Secondo il racconto del Ministro Horace Burgess è per volere di Dio che questa casa sull'albero è stata costruita. Situata a Crossville, nel Tennessee, la massiccia abitazione ha conquistato il Guinness World Records come la casa sull'albero più grande nel mondo. Nel 1993 mentre Burgess, un ministro locale, stava pregando racconta che Dio gli disse "Se costruirai una casa sull'albero, farò in modo che non sarete mai a corto di materiale". Così iniziò la costruzione che oggi accoglie una casa sull'albero e una chiesa.

Se sognavate una casa sull'albero piccola e nascosta, questa treehouse del Tennessee non fa al caso vostro. Dimenticate infatti la capanna tra i cespugli a cui accedere tramite una scaletta e dove semmai non riuscire neppure a stare all'in piedi per le dimensioni ridotte, la casa sull'albero di Horace Burgess è alta circa 30 metri da terra, la più grande casa sull'albero del mondo, ed è costruita attorno ad una quercia bianca ancora viva dal diametro di quattro metri, e altre sei querce che fanno da sostegno alla struttura. All'interno trova spazio una grande casa ed una chiesa, che quando non viene utilizzata per le funzioni, diventa un campo da basket. Negli anni la casa sull'albero di Horace Burgess è diventata un'attrazione turistica tanto da costringere lo Stato a vietare l'apertura al pubblico perché mancante delle necessarie strutture di sicurezza. Così Horace Burgess ora gode da solo della sua casa sull'albero dotata, oltre che della chiesa e di un campanile, di ben ottanta camere. Ispirata al tipico stile delle case del sud degli Stati Uniti, tutta la casa è circondata da un terrazzo a portico. Non ci sono divieti di accesso o proprietà private perché per Burgess questa costruzione è la casa di Dio e quindi tutti sono i benvenuti. Dall'alto della casa è possibile anche scorgere la scritta "Gesù" sul prato sottostante. Dopo quindici anni di lavori e 12000 dollari spesi, Horace Burgess ha realizzato il suo sogno.