In Italia, in provincia di Torino, esiste una suggestiva valle alpina che si incunea nella splendida cornice delle Alpi Cozie. Qui sorge il Comune di Perosa Argentina, un piccolo paese di origini medievali che conta appena 3410 abitanti. Perosa è suddivisa a sua volta in una serie di borgate e di recente un piccolo borgo del Comune è stato messo in vendita ad una cifra davvero allettante.

Perché acquistare una casa in città se con la stessa cifra si può comprare un'intero borgo? È la possibilità fornita dalla “Borgata alpina Perosa Argentina” messa in vendita dal Sindaco del piccolo Comune, Andrea Garavello, e il geometra Giovanni Piavento in collaborazione con l'Uncem Piemonte per rilanciare il programma "Borghi Alpini", dopo Calsazio (Sparone) e Lunella (Viù), che vede da due anni l'impegno della Delegazione Piemontese dei Comuni delle Comunità e degli Enti montani allo scopo di favorire la valorizzazione di 5.000 immobili e borghi completamente abbandonati nelle Terre Alte del Piemonte. "Un borgo – Gilli, tra Perosa e Pomaretto, in Val Chisone – interamente da recuperare, esposto a sud. Otto fabbricati rurali con sviluppo totale di circa 700 metri quadrati interamente da ristrutturare, corte pianeggiante interna, strada di accesso privata, circa 7.500 metri quadrati di terreno a bosco verso il fondovalle. “Possibilità di recupero a fini abitativi, agriturismo, bed&breakfast, ristorazione, (…)”", si legge nell’annuncio su eBay che propone la vendita al costo di appena 180.000 euro, per gli immobili e il terreno. Da ritirare “solo in zona”, precisa l'annuncio al quale è possibile rispondere con la proposta di acquisto (non si tratta di un’asta, ma l’offerta rientra nella possibilità “compralo subito”). Al momento l'iniziativa risulta scaduta ma non si sa ancora nulla sul destino del piccolo borgo di Gilli.