Chiunque vive la città sa con certezza i vantaggi e gli svantaggi di una casa nel centro urbano: sicuramente abbondano le attrattive, le comodità, gli eventi culturali, i divertimenti, i bar e i ristoranti, ma bisogna convivere con i rumori, l'elevato tasso d'inquinamento, i cattivi odori, la mancanza di totale sicurezza, etc. Così Luciano Pia, un architetto di Torino, ha progettato un originale edificio capace di garantire tranquillità e aria salubre proprio come se ci si trovasse in un bosco o in un'area verde lontano dalla città. Il nuovo edificio di Torino si chiama 25 Verde ed è un complesso residenziale immerso tra 150 alberi ad alto fusto: è il caso di dire che un edificio "ha messo radici" in città.

Vivere in una casa sull'albero ma restando in città, da oggi è possibile grazie a 25 Verde di Luciano Pia. L'edificio nasce dalla necessità di proteggere i suoi residenti dal rumore e dall'inquinamento di Torino. Grazie ai 150 che coprono le terrazze esterne e ai 50 alberi della corte interna, l'edificio riesce ad assorbire l'anidride carbonica della città e produce ossigeno per gli abitanti delle sue 63 unità residenziali. Con il mutare delle stagioni gli alberi garantiscono il microclima ideale all'interno dell'edificio, mitigando le temperature rigide durante i mesi freddi e quelle alte durante i mesi più caldi. Anche la struttura in metallo riproduce la forma di un albero proprio per dare l'impressione di un bosco verticale. Il verde a seconda che si tratti delle terrazze, della corte e del tetto, è diversificato per specie e stagionalità. "Il progetto nasce dalla necessità di realizzare un edificio residenziale per completare un blocco caratterizzato dalla mancanza di omogeneità e prospettive eterogenee. Lo scopo del progetto è sia la costruzione del perimetro blocco con una facciata continua e la realizzazione di un filtro tra lo spazio abitato interno e le strade. Il progetto vuole creare uno spazio di transizione fluida e liscia per ammorbidire il passaggio dall'interno verso l'esterno dove lo spazio è sempre piacevole", spiega l'architetto torinese, "Quando tutto il verde è completamente in fiore dà la sensazione di vivere in una casa sull'albero. Si può sognare una casa o vivere in un sogno!".