A Taiwan esiste un villaggio che da qualche anno è diventato la principale attrazione turistica del paese. Si tratta di un piccolo complesso residenziale vicino alla città di Taichung, così colorato da essere stato soprannominato il "Villaggio Arcobaleno". Il piccolo villaggio era destinato ad essere demolito ma grazie al lavoro di Huang Yung-fu, 94 anni, oggi è un trionfo di disegni e colori che attira migliaia di turisti ogni anno.

Il "Villaggio Arcobaleno" si trova nel quartiere di Nantun, lontano dal centro di Taichung. Il nome cinese del villaggio è Caihongjuan Village (彩虹 眷村) ed era uno dei tanti "villaggi dei veterani" che il paese aveva fatto costruire per i soldati cinesi e le proprie famiglie dopo il ritiro dalla Cina continentale. I "villaggi dei veterani" venivano tutti costruiti in fretta e con materiali poco costosi. Negli ultimi venti anni questi villaggi sono andati incontro all'abbandono e alla scomparsa, tanto che il governo cinese ne ha decretato la demolizione, offrendo degli appartamenti in città ai soldati pensionati e alle loro famiglie in cambio della terra sottratta. Huang Yung-fu, anziano residente di Caihongjuan Village, ha iniziato a decorare tutte le case del suo villaggio per evitarne la demolizione.

Il Villaggio Arcobaleno di Taichung è oggi una delle attrazioni più sorprendenti di Taiwan. Huang Yung-fu a 94 anni è riuscito a salvare il suo villaggio dalla demolizione dipingendo tutti gli edifici con animali, bambole, aerei, personaggi manga, dai colori vivacissimi. Caihongjuan Village era un villaggio veterano di poche caso ma oggi è un museo a cielo aperto dove ogni singolo pezzo di parete è stato decorato a mano dall'anziano residente che ancora si sveglia ogni giorno alle 3 del mattino per restaurare i disegni più danneggiati dal tempo. Lo stile di Huang Yung-fu (soprannominato il nonno arcobaleno), colorato, infantile, surreale, divertente e psichedelico, ha trasformato un villaggio desolato in un luogo unico al mondo che richiama gente da ogni angolo della Terra.