Sarà capitato a molti genitori di notare che quando l'auto è in viaggio il proprio bambino si addormenta come un angioletto. E per molte coppie uscire in auto è anche un modo per calmare il proprio bambino, di certo però non si può restare in giro per lungo tempo o spesso si è impossibilitati ad uscire come quando fuori fa troppo freddo. Così Ford ha inventato una culla in grado di riprodurre la sensazione dell'automobile in movimento in modo da aiutare i bambini ad addormentarsi e dormire sonni più sereni.

Dimenticate le notti insonni, e preparatevi recuperare il vostro sonno grazie alla nuova culla della Ford. Secondo studi di settore i neo-genitori perdono in media 44 giorni di sonno nel primo anno di vita del loro bambino. Far dormire un neonato è spesso infatti una vera e propria impresa: Ford ha inventato la soluzione per il Max Motor Dreams. Si tratta di una culla che riproduce la sensazione di un viaggio in auto. Per molti genitori infatti il odo più veloce di far addormentare il proprio bambino è quello di metterlo sul sedile posteriore e cominciare a guidare. La culla della Ford simula proprio il movimento, il rumore del motore e anche l'illuminazione stradale mentre ci si trova in auto.

La culla della Ford sembra un normale lettino per bambini, ma è in realtà è elettrica. Grazie ad un'applicazione smartphone, registra la corsa in automobile dal telefono dei genitori. Un volta a casa, quando il bambino ha difficoltà a dormire, basta attivare l'applicazione che farà riprodurre alla culla la sensazione di un viaggio in auto: le luci LED poste sotto la culla imitano l'illuminazione stradale in movimento; un altoparlante nella culla riproduce il rumore ambientale compreso anche il motore ovattato; mentre il meccanismo oscillante e vibrante riproduce il movimento dell'automobile. La culla riesce anche a ripetere gli stessi movimento di un viaggio reale in auto in cui il vostro bambino ha dormito meglio. Per ora l'innovativo prodotto è solo un prototipo ma secondo Ford: "A seguito di numerose richieste, la società sta pensando di mettere la culla in produzione su larga scala".