Dimenticate l'ansia per il peso in eccesso del bagaglio, dite addio alle file al check in e immaginate un gate in totale serenità, è in arrivo la soluzione per i viaggiatori low cost: si chiama Airport Jacket ed è il primo cappotto che può trasportare fino a 15 chili di bagaglio. All'apparenza sembra un normale cappotto ma all'interno nasconde ben quattordici tasche dove poter inserire tutto il necessario per un week end o un breve viaggio fuori. L'idea di un bagaglio che si indossa è davvero geniale e mai realizzata prima.

Airport Jacket evita i costi per bagagli in eccesso, le file al check in ed elimina il rischio di bagagli smarriti. Il cappotto che sostituisce il bagaglio a mano può trasportare fino a due computer portatili, un iPad, due paia di scarpe, un paio di jeans, cinque T-shirt, un maglione e una macchina fotografica. Non necessita indossare il cappotto per tutto il tempo ma solo per il check in e al gate. Una volta concluse queste operazione, Airport Jacket si ripiega in una comoda borsa delle dimensioni standard di un bagaglio a mano che può essere messo sotto il sediolino dell'aereo senza problemi.

Il cappotto-bagaglio può essere indossato in tre modi differenti, in base alla lunghezza preferita: Airport Jacket può essere una giacca che arriva ad altezza anca, a metà coscia o sotto il ginocchio. In base alla lunghezza cambia anche la capacità contenitiva del cappotto ovviamente: nella misura che arriva all'anca equivale ad un bagaglio a mano standard di dimensioni 55 x 40 x 25cm; gli altri due pannelli che si aggiungono per aumentare la lunghezza del cappotto posso contenere fino a 6 chili di bagaglio ciascuno. Il cappotto è disponibile inoltre per uomo e per donna, in versione invernale ed estiva; e il modello per l'estate comprende anche una felpa con cappuccio staccabile resistente all'acqua.

L'idea di Airport Jacket è venuta a Benke e Claire Murphy, progettisti e genitori, quando sono partiti con il proprio bambino e si sono ritrovati a pagare il costo del peso in eccedenza superiore al costo del volo stesso. Se avessero avuto un cappotto in cui infilare le cose del bambino non ci sarebbero stati problemi. L'idea di un bagaglio indossabile è adesso oggetto di una campagna di crowdfunding. Non esistono infatti regole sul quantitativo di cose che si possono indossare, purché si tratti di oggetti che si possono portare a bordo. Fino ad ora nessuna compagnia aerea ha infatti respinto Airport Jacket: "Questa è stata una idea, pensata per tutti i viaggiatori low cost che possono accumulare vestiti, gadget e articoli vari in tasca il più possibile per ridurre al minimo i costi del bagaglio in eccesso!".