Volandoci in aereo, è talmente grande che ci vuole una settimana intera per visitare tutta la proprietà messa all'asta in Australia dalla SK Kidman and Co di Adelaide, l'ottavo proprietario terriero più grande del mondo. La vendita riguarda la proprietà privata più vasta del mondo composta da 101.411 chilometri quadrati e comprende undici allevamenti sparsi su un territorio che va dall’Australia occidentale al Territorio del Nord, dal Queensland all’Australia meridionale.

"Il più grande territorio esistente che non appartenga a uno Stato o a un monarca" viene messo all'asta dal Re dei Bovari, Sir Kidman, per 325 milioni di dollari, circa 290 milioni di euro. Considerando il prezzo della carne australiana, l'investimento è sicuro. Specialmente se si conta che l'azienda di Sir Kidman, scappato di casa ragazzino e, mucca dopo mucca, trovatori proprietario di un territorio grande quando un quarto d'Inghilterra, non ha mai accumulato debiti e realizza l’1,3% dell’export australiano di carne bovina. Cinque generazioni Kidman si sono occupate di questi terreni e dei suoi animali negli anni, fino ad oggi dove la famiglia, proprietaria del 98% del territorio, ha deciso di vendere. Manifestazioni di interessa sono arrivati dal Giappone, dalla Cina, dagli Stati Uniti, dal Canada, dal Regno Unito e dalla Svezia, e tra questi sono stati selezionati trenta acquirenti, anche se il governo australiano ha dichiarato che preferirebbe non vendere il 2% del paese ad un proprietario straniero. L'asta, che prevede la vendita in un unico lotto, dovrebbe vedere la conclusione per la fine del 2015.