"Sook" in lingua Thai significa "felicità". Molti penseranno che dormire dietro le sbarre di una prigione è qualcosa di molto lontano dalla felicità ma al Bangkok Sook Station assicurano di prendersi cura dei propri ospiti per offrire loro pace e relax. Il Bangkok Sook Station è il primo hotel dove le persone pagano per trascorrere una notte dietro le sbarre. In Thailandia ormai è una vera e propria tendenza soggiornare in questo hotel a tema prigione. Il Bangkok Sook Station ha inaugurato all'inizio di quest'estate e permette di trascorrere una notte in una cella al costo di 30 sterline.

Sormontata da filo spinato, chiuso all'interno di una recinzione perimetrale, il Bangkok Sook Station è un hotel a tema prigione che permette di vivere a pieno un'esperienza dietro le sbarre. La linea tra soggiorno e detenzione è sottile. Situato nell'elegante quartiere di Udomsook, a Bangkok, il Sook Station offre camere con sbarre di ferro e porte di metallo con piccole cancellate per il passaggio d'aria. All'interno l'arredamento scarno è caratterizzato da letti a castello o matrimoniali, luci soffuse e bagni comuni. Ogni stanza, o meglio cella, misura solo otto metri quadrati.

Qui alla stazione di SooK forse non saremo in grado di fornire servizi convenienti per i nostri ospiti come altri alberghi a stelle. Per esempio, bisogna condividere i bagni con gli altri.
Tuttavia, questi difetti sono sostituiti dalle nostre spaziose e incontaminate aree come il soppalco e il ponte sul tetto dove gli ospiti possono godere di ore di relax e attività sociali che nessun altro luogo nelle vicinanze può offrire.
Questo è ciò che crediamo: che il nostro posto dovrebbe avere un'altra dimensione di ospitalità sontuosa dove la pace e la ricreazione possano incontrarsi, solo per coloro che riteniamo i nostri prestigiosi amici.

Le prigioni in Thailandia sono famose per la loro brutalità. La principale prigione del paese è soprannominata Klong Prem (Grande Tigre) perché si dice "mangi la gente viva". Nonostante la nomea, la prigione thailandese suscita molto fascino all'estero. Agli ospiti del Bangkok Sook Station viene dato un pigiama a strisce bianche e nere al momento del check-in, proprio per farli sentire come in una vera prigione. Ogni ospite ha un cartellino identificativo e un numero da detenuto anziché una chiave della camera. Proprio come in una vera prigione, al Bangkok Sook Station ci sono solo servizi igienici comuni e una cortile recintato da sbarre dove godere delle ore all'aria aperta. A differenza però di un luogo di detenzione, nella stazione di Sook c'è anche un idromassaggio negli spazi comuni, un ambiente per ufficio e una sala per il relax, oltre ad un certo numero di peluche disseminati un po' ovunque per offrire comfort agli ospiti dell'albergo.