Immaginiamo i Paesi Bassi come dei luoghi ameni, con le tipiche case dal tetto spiovente e i fiori al balcone. Ma sembra proprio che il Belgio vinca il premio come paese con il maggior numero di case brutte, a dimostrarlo è il recente libro del fotografo Hannes Coudenys che negli ultimi tre anni ha girato il Belgio alla ricerca delle architetture più bizzarre del paese sostenendo: "C’è un proverbio che dice che i belgi hanno un mattone nello stomaco: e noi lo abbiamo provato".

In una serie di 50 immagini raccolte nel libro Ugly belgian Houses, Hannes Coudenys passa in rassegna tutte le abitazioni più brutte del Belgio: chissà a cosa pensavano i progettisti quando hanno ideato tali strutture. L'irriverente fotografo racconta così la sua esperienza: "Il mio nome è Hannes Coudenys. Ho 33 anni. Ho un blog sulle case brutte. La mia casa, la nostra casa, anche è brutta. Io e mia moglie eravamo molto giovani quando siamo andati alla ricerca della nostra prima casa. Abbiamo finito per comprare una casa bifamiliare, che abbiamo rinnovato. Una brutta casa del 1960. Avrei preferito un diverso tipo di casa, ma, al tempo, finanziariamente non era fattibile. Ora siamo stati costretti a vendere la nostra brutta casa. E sta per essere distrutta e il sito verrà utilizzato per un nuovo progetto di costruzione: una nuova scuola. Speriamo che sarà una bella scuola. Ora possiamo andare a caccia di una nuova casa. Speriamo che sarà una bella casa. Nel 2011, ho iniziato il mio blog Ugly belgian Houses. Il mio primo post – una foto di un disastro architettonico locale – mi ha fatto capire che non ero l'unico a trovare il Belgio un paese brutto, da un punto di vista architettonico, almeno. Così è nato Ugly belgian Houses". Ma "brutto è sempre meglio di noioso", dunque godetevi questa raccolta di immagini esilaranti.