Che sia inverno o estate quando si conclude una stagione un dato certo è l'aumento delle spese in bolletta per uno spreco di energia eccessivo dovuto alla necessità di riscaldare casa o rinfrescarla. Condizionatori a palla o riscaldamenti sempre accesi ai fini delle bollette da pagare il risultato non cambia: più soldi da spendere ogni mese; certo la casa o l'ufficio risultano più caldi per affrontare l'inverno e più freschi d'estate però il caro vita aumenta. Ma da oggi arriva una rivoluzione dal mondo dell'edilizia si chiama BT – Bloque Termodisipador ed è un nuovo mattone di argilla progettato dagli architetti colombiani Miguel Niño e Johanna Navarro che promette di mantenere costante le temperature all'interno degli ambienti. Dite addio ai tradizionali mattoni rettangolari, BT – Bloque Termodisipador è un nuovo blocco da costruzione che permette soluzioni architettoniche più confortevoli, a prezzi accessibili e sostenibili.

Pensato per i paesi caldi e per evitare l'uso di tecnologie per rinfrescare gli edifici, BT – Bloque Termodisipador è un nuovo tipo di mattone che si differenzia da quello che tutti coosciamo per la sua particolare forma e struttura: il blocco ideato da Miguel Niño e Johanna Navarro scaturisce dall'integrazione della forma rettangolare tradizionale del mattone con un triangolo scaleno irregolare che genera una particolare sezione trasversale; l'interno del nuovo mattone è costituito poi da un nucleo semi-vuoto. Questa forma e struttura innovativa consente di mantenere la temperatura all'interno degli ambienti costanti senza l'uso di condizionatori o riscaldamenti.

BT – Bloque Termodisipador fa risparmiare anche in fase di costruzione diminuendo la necessità di materiali per l'isolamento e le finiture e riducendo così drasticamente le spese iniziali di costruzione oltre che quelle di manutenzione. Il nuovo mattone ceramico ideato dagli architetti colombiani utilizza lo stesso processo di fabbricazione di un classico mattone in cotto ma la sua forma irregolare consente innumerevoli composizioni estetiche tridimensionali che, oltre ad impedire la dispersione di calore (di uscita o di entrata), devia anche il suono, riducendo la quantità di rumore che penetra negli ambienti. La rivoluzione delle costruzioni inizia da qui.