L'iniziativa di case ad 1 euro ha fatto ormai il giro del mondo. Sono sempre più numerosi i comuni italiani che scelgono di seguire le orme di Gangi, il primo paese dove è stata lancia l'idea di vendere immobili vecchi ed abbandonati al prezzo simbolico di un euro chiedendo in cambio ai nuovi proprietari la semplice ristrutturazione. Con l'idea di far comprare una casa al prezzo di un caffè si prova a valorizzare un patrimonio architettonico degradato e per restaurare il quale non ci sono sufficienti soldi pubblici, che è una situazione comune a molti piccoli paesi e borghi d'Italia; e nello stesso tempo si garantisce un'abitazione a chi altrimenti non potrebbe comprarla purché vengano eseguiti i necessari lavori di ristrutturazione per rendere la casa abitabile. Di recente un nuovo borgo italiano si è aggiunto alla lista dei comuni che vendono le case al prezzo di un caffè: si tratta di Montieri, in provincia di Grosseto.

Montieri è un comune italiano di appena 1200 abitanti. Nel piccolo borgo toscano sono tanti gli immobili abbandonati e fatiscenti. Il paese a lungo ha vissuto dell'economia generata dai giacimenti minerali (rame, ferro, piombo e argento) del suo sottosuolo, fino al secolo scorso. Sin dal Medioevo il borgo aveva la grande funzione di organizzazione e controllo delle attività di produzione dei metalli della zona. Ma con la chiusura delle attività estrattive il paese si è lentamente spopolato e molti immobili sono stati abbandonati e ora si trovano in condizione di estremo degrado, anche pericoloso per la sicurezza stessa dei residenti. Il Comune dovrebbe obbligare i proprietari a pagare le spese di restauro, perché i costi sono ingenti e le casse pubbliche non possono affrontarli. Spesso però i proprietari degli immobili non vivono a Montieri né in Toscana così le conseguenze del degrado ricadono sui residenti.

Il sindaco Nicola Verruzzi ha proposto di vendere case ad un euro, purché vengano ristrutturate dai nuovi proprietari, per incentivare la ristrutturazione di immobili fatiscenti. In questo modo persone, che non potrebbero acquistare casa in Italia, potrebbero avere accesso ad un'abitazione di proprietà; ed Montieri potrebbe beneficiare della valorizzazione del patrimonio e vedere di nuovo il borgo ripopolarsi. Montieri è infatti un piccolo paese della Toscana, con origini etrusche, dove passeggiare tra le piccole vie, tra piccoli palazzi di pietra consente di vivere un viaggio nella storia d'Italia. La proposta di case ad un euro ha avuto talmente successo da essere stata ripresa anche all'estero. Anche in Francia e in Gran Bretagna si trovano paesi che offrono abitazioni ad un prezzo simbolico di un caffè. L'Italia sembra essere però il paese dove c'è maggiore richiesta.