Il Castello di Le Paluel è un edificio del XV secolo, situato in Dordogna, Francia, non lontano dal centro abitato di Saint-Vincent-le-Paluel. La costruzione sorge su un promontorio visibile da diversi punti e dal 1927 il castello è iscritto nell'inventario supplementare dei monumenti storici. Purtroppo a causa di un incendio deliberatamente innescato da un distaccamento delle truppe tedesche in ritirata nel giugno 1944, l'edificio è stato distrutto e vessa in condizioni di totale abbandono. Per rivalutare il monumento, il Castello di Le Paluel è stato messo in vendita: chiunque può acquistarlo con una quota di 50 euro.

Il Castello di Le Paluel è costituito da un corpo centrale e due torri laterali, così come si legge nella lista dei monumenti storici. Dopo l'attacco dei nazisti, il Castello è stato abbandonato per oltre 75 anni, fino a quando una società di Monaco è diventata tecnicamente proprietaria del bene al fine di ristrutturarlo. Ma dopo anni di negligenza i funzionari locali hanno deciso di sequestrare il bene e metterlo in vendita. C'è tempo fino al 21 settembre per presentare la propria offerta di acquisto.

La proposta di acquisto deve essere volta al restauro del monumento storico. Il Castello di Le Paluel è caratterizzato da otto camere da letto, un mulino a vento e una piscina, oltre ad essere circondato da mura di difesa. L'idea dei funzionari locali, per far sì che il castello ritorni ad essere un bene pubblico, è stata quella di aprire la vendita alla comunità con quote a partire da 50 euro, così che tutti possano acquistare parte del monumento ed evitare che diventi proprietà di un'aristocrazia o di una royalty. Lo scopo è quello di contribuire a generare una somma di circa 500.000 euro per acquistare la fortezza e preservarla dall'abbandono e dal degrado, con tutti gli investitori come azionisti comuni.