Ora che la primavera sta regalando le sue giornate migliori e l'estate si avvicina, si spera che le piogge dei mesi invernali siano solo un lontano ricordo e che l'ombrello possiamo finalmente riporlo per un bel po' di tempo. Le giornate si allungano, il sole si fa più caldo, si inizia a pranzare o cenare all'aria aperta, ritrovarsi con gli amici al parco, in spiaggia o in terrazza, si comincia ad andare a mare a prendere la prima tintarella, e di pioggia si spera se ne parli direttamente quando il caldo è così afoso che tutti si impegnano in una danza della pioggia per portare un po' di frescura. Così si comincia a pensare di poter riporre finalmente l'ombrello nell'armadio, nel ripostiglio o comunque lontano dagli occhi per poi riprenderlo direttamente tra qualche mese. E una volta costretti a riprendere l'ombrello ci si accorge semmai di averne in casa vari, vecchi e rotti, inadatti all'uso. Verrebbe d'istinto buttarli perché oggi costa meno comprare un ombrello nuovo piuttosto che ripararlo. Ma sono tante le idee creative per riciclare gli ombrelli usurati in modo originale.

Non buttate via i vecchi ombrelli, rotti o arrugginiti che siano: sono tanti i modi per poterli riutilizzare creando qualcosa di utile in casa e altrove. Quando ad esempio vi si rompe il meccanismo di apertura di un ombrello o si danneggia la sua struttura, si può sempre scegliere di recuperare la copertura per farne un vivace lampadario in casa o in ufficio, per la camera dei bambini o per la cucina al mare: basta sfruttare il manico cavo dell'ombrello, staccandolo, per fare passare il filo di una lampadina appesa al soffitto e il vostro nuovo lampadario sarà subito pronto per decorare la stanza in modo creativo. Se invece a rompersi è la copertura in tessuto dell'ombrello, potete sempre pensare di creare un originale lampadario con la struttura dell'ombrello da attaccare al soffitto e a cui semmai sospendere qualcosa di colorato e luminoso.

Se l'ombrello si rompe, che sia nella struttura di apertura o nella copertura, in genere il manico è l'unica cosa che si salva sempre, così si può pensare di riciclare uno o più manici come appendiabiti: per riutilizzarli basta prendere una base di legno da appendere al muro e su tale superficie fissare i manici in modo da creare un comodo appendiabiti da ingresso o da armadio. O ancora si può riusare la copertura di un ombrello, preferibilmente quelli in plastica trasparente, per realizzare un'innovativa serra da giardino. Oppure, i più romantici, potranno realizzare un originale portafiori da parete con un ombrello che non si apre più. E poi, per chi è più volenteroso e pratico di lavoretti fai-da-te, si può trasformare il tessuto di un vecchio ombrello in un coloratissimo impermeabile per cani oppure in una gonna davvero unica. Basta solo un po' di fantasia.