Ogni due anni ad Aarhus, in Danimarca, va in scena la Biennale di sculture sulla spiaggia (Sculture by the Sea) che richiama sempre un grande pubblico grazie alle incredibili installazioni proposte. Quest'anno ad attirare l'attenzione internazionale è stata l'opera dell'artista Susanna Hesselberg che ha creato un'inarrivabile libreria collocata nel terreno come un pozzo profondo. L'installazione, visibile solo dall'alto, si mostra come una cornice nel terreno ma solo quando ci si avvicina è possibile rendersi conto della sua profondità nel terreno. Sembra come se i libri precipitassero in un abisso e il titolo dell'opera è significativo: "When My Father Died It Was Like a Whole Library Had Burned Down" (Quando mio padre è morto è stato come se un0intera libreria fosse andata bruciata".

Sculpture by the Sea è alla sua quarta edizione,
e insieme all'opera di Susanna Hesselberg, sulla spiaggia di Aarhus sono esposte altre 55 sculture visibili fino al 5 luglio 2015. La manifestazione è il più grande evento artistico del paese e si ripete ogni due anni. La Biennale è completamente gratuita per il pubblico che può visitare la zona espositiva durante tutto l'arco della giornata. La mostra disegna un percorso di quasi due miglia lungo la costa di Aarhus, la seconda città più grande della Danimarca, fino alle sue fitte e nascoste foreste, invitando gli spettatori a vivere l'arte in una grande varietà di ambienti.