Sembra proprio che il Risveglio della Forza sia passato per la Sud Corea dove lo studio di architettura Moon Hoon ha realizzato una casa familiare evidentemente ispirata alla Morte Nera di Guerre Stellari. L'abitazione nasce dalla passione del proprietario di casa, un pilota di aerei che avrebbe voluto fare l'astronauta, per il capolavoro di George Lucas. La forma irregolare esterna è inequivocabilmente ricreata sulla base della gigantesca stazione da battaglia spaziale realizzata dall'Impero Galattico: "Non è una luna quella, è una stazione spaziale", diceva Obi-Wan Kenobi in Guerre stellari del 1977. E come la Morte Nera così anche la casa di Star Wars in Sud Corea stupisce per i suoi interni: al di là dei tre livelli su cui si sviluppa l'abitazione con pareti bianche e mobili di legno, colpisce la sala libreria posta al terzo piano dove gli scaffali si rivelano un passaggio segreto verso uno scivolo e un parco giochi per i bambini della famiglia, una cabina di regia per infondere la Forza ai futuri Jedi, che ogni fan della saga di Guerre Stellari vorrebbe a casa propria.

Dalla casa di Star Wars alle lenzuola ispirate ai personaggi della saga, è tempo di dipendenza da Guerre Stellari. Non si sente parlare d'altro in giro, sui social, alla tv, tra amici, al bar o al ristorante. È una mania che sta contagiando tutti, anche chi la saga semmai non l'ha mai vista, complice l'uscita nei cinema di tutto il mondo del 7° episodio di Guerre Stellari, il Risveglio della Forza, dopo un'attesa estenuante per i fan del capolavoro di George Lucas. Se in Sud Corea troviamo l'unica casa di Star Wars, ispirata alla Morte Nera, in Florida è invece possibile affittare una villa che al suo interno a una sala cinema completamente ispirata alla saga di Guerre Stellari: dalle poltrone alle pareti tutto è in perfetto stile Galattico per 1000 dollari al giorno. E poi c'è il tostapane che sforna toast stellari, il soffione della doccia per bagni spaziali e il furgoncino volkswagen trasformato in un R2D2.