Immaginate quanti sopraccigli arcuati e colpi di tosse ci devono essere stati nel consiglio comunale di Brunswick, tipica cittadina della Germania, quando si è votato per far costruire la Happy "Rizzi" House. Pensate che inizialmente la richiesta era di edificarla in uno dei quartieri più centrali e storici della città, il quartiere Magnivertel, ma furono in molti ad ostacolarla. Eppure a quindici di distanza dalla proposta di risistemare un edificio ducale in rovina trasformandolo in una delle case più pazze del mondo, la Happy House, progettata dall'architetto tedesco Konrad Kloster e dal designer americano James Rizzi, artista affermato nel mondo della pop art, è una delle attrazioni più visitate della città di Brunswick nonché un edificio simbolo per i cittadini stessi.

La Happy Rizzi House è la casa più felice del mondo. Solo guardando l'esplosione di colore che fuoriesce dalle pareti esterne dell'edificio è inevitabile un sorriso sul proprio volto. Ad aggiungere allegria alla costruzione entrano in gioco tutta una serie di disegni e simboli realizzati dall'artista Rizzi, da cui prende il nome la casa, che raffigurano cuori, uccelli in volo, stelle e con occhi e bocche sorridenti al posto di porte e finestre. La casa si compone di diversi blocchi in stile diversi e dalla forma antropomorfizzata accomunati dal tratto dell'artista James Rizzi, famoso per la sua grafica 3D e per aver disegnato la copertina del Tom Tom Club, il primo album dei Talking Heads. Anche se si parla della casa più felice del mondo la Happy Rizzi House si sviluppa in realtà su cinque livelli di uffici ed un ristorante, circondati dal verde dove era possibile. Gli interni rispechiano le facciate esterne con un'esplosione di colori e molta luce naturale con vetrate che consentono di ammirare il quartiere storico dove sorge la Happy House. Questo pazzo edificio, con elementi in rilievo che rendono le facciate ancora più realistiche, sorge inoltre vicino alla casa a graticcio più antica della Germania, un contrasto davvero singolare.