Il Giappone, si sa, è la patria delle stranezze, dei gadget eccentrici, dell'eccessiva apparenza e dell'estrosità a tutti i costi, ma anche della tecnologia super avanzata, delle città hi-tech e dei fan di ogni cosa, dai pupazzi ai telefoni ultra-accessoriati. E anche quando parliamo di design ed architettura il Giappone è sempre pronto a stupirci e spesso a dettare tendenze. Basti pensare che negli ultimi anni i più grandi architetti al mondo provengono dal Giappone: Shigeru Ban nel 2014, Toyo Ito nel 2013, Kazuyo Sejima e Ryue Nishizawa (SANAA) nel 2010, sono stati tutti vincitori del Premio Pritzker. Alcune delle case moderne più belle o strane del mondo si trovano proprio in Giappone, e una di queste è sicuramente una piccola abitazione realizzata Mizuishi Architetti Atelier vicino a Tokyo: dall'esterno vi sembrerà una minuscola abitazione a forma di triangolo, ma quello che accade all'interno ha dell'incredibile.

Lungo il fiume di Horinouchi, una città nella prefettura di Niigata, lo studio Mizuishi aveva a disposizione un piccolo appezzamento di terreno dalla forma irregolare da cui ricavare un'abitazione familiare rendendola più confortevole possibile. Ispirati dalla forma stessa del lotto, gli architetti giapponesi, specializzati in sfide residenziali impossibili, sono riusciti a ricavare una casa davvero sorprendente: all'esterno un piccolo triangolo, ma all'interno l'abitazione si sviluppa su tre livelli, ognuno da 50 metri quadrati, e una grande zona soppalcata, riuscendo a sfruttare al massimo tutto lo spazio necessario. Dalle immagini è possibile accorgersi che non manca davvero nulla: al pian terreno si trova un grande spazio living e un'area parcheggio per l'auto; soggiorno, cucina e sala da pranzo si trovano al primo piano, dove grandi finestre su entrambi i lati illuminano di luce naturale tutto il giorno l'intero spazio e riescono a dare, come l'hanno definita gli architetti, "la sensazione di galleggiare"; da qui, tramite una piccola scala, si accede ad una grande zona soppalcata che affaccia sulla cucina e che accoglie l'area giochi per i bambini; le camere da letto, che non necessitano di un'illuminazione naturale importante, si trovano invece in un livello sotterraneo che prende luce da lucernari laterali su strada. Quando si suol dire: l'apparenza inganna.