Tutti conoscono Roma come la Città Eterna, la culla di una delle più importanti civiltà antiche, che ha influenzato la lingua, il diritto, l'arte, la filosofia, l'architettura, la cultura, la letteratura, la religione e i costumi delle società successive per secoli a venire. Ancora oggi, molti istituti, termini, tecniche che noi utilizziamo provengono dall'antica Roma. L'UNESCO l'ha inserita inevitabilmente nella lista dei Patrimoni dell'umanità. "Roma è la capitale del mondo! In questo luogo si riallaccia l'intera storia del mondo, e io conto di essere nato una seconda volta, d'essere davvero risorto, il giorno in cui ho messo piede a Roma. Le sue bellezze mi hanno sollevato poco a poco fino alla loro altezza", scriveva Johann Wolfgang von Goethe in Italienische Reise tra il 1813 e il 1817. Roma è considerata anche una delle capitali mondiali del cinema. Ovunque nel mondo è nota per la sua ‘dolce vita' e come dice un vecchio proverbio "Per conoscere Roma non basta una vita" e aggiungerei ‘anche per definirla'.

Roma è riconosciuta nel mondo come la città eternamente sacra, data la presenza dello Stato Vaticano e della Basilica di San Pietro sul territorio romano. Ma anche la Capitale della Fede (Caput fidei), la Città Santa, ha i suoi segreti oscuri, i suoi luoghi dell'occulto e dell'esoterico. Miti, leggende, costumi e folclore, caratterizzano Roma, città in cui la sfera religiosa si fonde con il mondo magico, il sacro si mescola col profano. Roma infatti vanta un considerevole numero di presenze misteriose, molte delle quali femminili e dalla vita tormentata, le cui vicende sono strettamente legate alla storia e ai luoghi della città e delle sue tradizioni; entità spaventose che di notte tornano a frequentare i posti che le videro protagoniste in vita. Ecco dunque un viaggio tra i luoghi infestati da famosi fantasmi che ancora oggi spaventano gli abitanti e i visitatori della Città Eterna.