Diverse sono le aree geografiche, le condizioni climatiche e persino le stagioni sulla Terra che offrono la più ampia varietà di meraviglie naturali: il nostro mondo è così pieno di luoghi incredibili che posti nuovi e sorprendenti vengono scoperti ogni giorno. I giapponesi hanno imparato a domare migliaia di orchidee e formano con i fiori romantici tunnel romantica, un'itera strada in Ucraina è divenuto un campo da Thé spettacolare, che si pensava potesse esistere solo in Asia, e poi grotte, montagne, laghi, tutti luoghi spettacolari ma reali. Difficile dunque mostrare tutte le attrazioni naturali che si possono trovare intorno al mondo, ma ecco una raccolta delle immagini dei posti più stupefacenti al mondo

Image credits: nicole_denise
in foto: Image credits: nicole_denise

Miniera di Naica, Messico Situata nei pressi di Naica, nello stato di Chihuahua (Messico), è una miniera di piombo e argento in funzione, che è conosciuta per i suoi straordinari cristalli di gesso. La "Grotta delle Spade" ("Cueva de las Espadas" in spagnolo), così chiamata per via dei grandi cristalli simili a spade di selenite (una qualità di gesso), lunghi anche 2 metri, che ricoprivano le pareti e chiusa per preservare intatto l'ambiente, assieme alla "Grotta dei Cristalli", una grotta più ampia, con altre formazioni cristalline fino a 15 metri di lunghezza e di quasi 2 di diametro, sono i luoghi più suggestivi.

Image credits: CSMphotography
in foto: Image credits: CSMphotography

Antelope Canyon, Stati Uniti d'America È lo slot canyon più visitato degli Stati Uniti sudoccidentali. Si trova sulla terra Navajo vicino a Page, Arizona. L'Antelope Canyon consiste di due formazioni separate, chiamate Antelope Canyon Superiore e Antelope Canyon Inferiore.

Image credits: Ockert Le Roux
in foto: Image credits: Ockert Le Roux

Lago Hillier, Australia Stuato sull'isola di Middle Island, la più grande all'interno dell'arcipelago australiano denominato Recherche e formato da almeno 100 isole, nelle vicinanze di Cape Arid, è un lago dell'Australia occidentale immediatamente riconoscibile per il suo insolito colore: il rosa. La particolare colorazione di questi laghi è dovuta alla presenza di particolari alghe come la Dunaliella salina responsabili dei pigmenti colorati.

image credits: unbelievableinfo.blogspot.it
in foto: image credits: unbelievableinfo.blogspot.it

Zhangye Danxia Landform, Cina Le montagne si estendono per circa 300 chilometri quadrati, nella provincia di Gansu, uno scenario degno di un mondo fantastico. Si tratta di una zona a bassa piovosità vicina al deserto del Gobi. La composizione – che fa venire in mente l’unione di bottiglie di sabbia colorata – è frutto di depositi successivi di vari minerali di pigmentazione diversa. Le increspature della terra, causate dalla collisione della placca indo-australiana con l’Eurasia, hanno portato alla nascita di questo paesaggio surreale.

Image credits: Oleg Gordienko
in foto: Image credits: Oleg Gordienko

Tunnel dell'Amore, Ucraina Un ex passaggio ferroviario si è trasformato in uno dei luoghi più romantici del mondo. Oggi è molto popolare tra gli amanti: si crede che se due persone sono sincere nel loro amore e attraversano il tunnel tenendosi per mano, i loro desideri si avverino.

Image credits: MJiA
in foto: Image credits: MJiA

Red Beach, Panjin, Cina Si trova sul delta del fiume Liaohe, a circa 30 km a sud ovest di Panjin in Cina. La spiaggia prende il nome dal suo aspetto, causato da un tipo di alga che fiorisce nella soluzione salina-alcali del suolo che in autunno diventa rosso fiammante. La maggior parte della spiaggia rossa è una riserva naturale e chiusa al pubblico. Solo un piccola sezione è aperta al pubblico.

Image credits: Allard Schager
in foto: Image credits: Allard Schager

Campi di tulipani in Olanda Il tulipano è un fiore incapace di mettere radici. Dalle montagne del Kazakistan, questo fiore da bulbo girò Persia, Cina e Turchia. Finché uno scienziato olandese non portò il bulbo con sé in un piccolo paese europeo. Là il fiore trovò il clima e il suolo ideale, e gli abitanti se ne innamorarono all'istante e ne fecero il simbolo nazionale.

Image credits: dadi360
in foto: Image credits: dadi360

Salar de Uyuni, Bolivia Attualmente è il più grande distesa di sale del mondo in 10.582 chilometri quadrati (4.086 miglia quadrati). In realtà, alcuni 30,000-42,000 anni fa, la zona era parte di un lago preistorico gigante, Lago Minchin. Quando si è asciugato, ha lasciato dietro due laghi moderni e due grandi deserti di sale, Salar de Coipasa e il più grande Salar de Uyuni, che oggi costituiscono uno dei più grandi specchi naturali del mondo.

Image credits: Yuya Horikawa | Tomoaki Kabe
in foto: Image credits: Yuya Horikawa | Tomoaki Kabe

Bamboo Forest, Giappone In Giappone, molto spesso una piccola foresta di bambù circonda un monastero scintoista come parte della barriera sacra contro il male. In Giappone il bambù viene considerato come il secondo in rango nella categoria del "legno di pino Matsu, poi il bambù, Ume (a volte tradotto come pesco)" e questa sequenza viene eseguita quando si ordina un pranzo a base di sushi oppure quando si prende una camera nei tradizionali alberghi ryokan.

Crediti immagine: Adas Meliauskas
in foto: Crediti immagine: Adas Meliauskas

Una strada a Bonn, Germania Questa incredibile strada di ciliegi si trova nella città di Bonn. E' incantevole passarci in primavera quando i ciliegi sono in fiore.

Image credits: Carsten Peter
in foto: Image credits: Carsten Peter

Hang Son Doong, Vietnam La grotta Sơn Đoòng è una grotta nella provincia di Quang Binh, Vietnam. È situata nel parco nazionale di Phong Nha-Ke Bang. Scoperta da un uomo del posto nel 1999, è stata studiata da un gruppo di esploratori britannici. È la più grande grotta del mondo.

Image credits: imgur.com | Uwe George
in foto: Image credits: imgur.com | Uwe George

Monte Roraima, Sud America Il Roraima è il più famoso dei numerosi tepuis che costellano la regione della Gran Sabana nello stato venezuelano di Bolívar. Si estende su tre stati: Venezuela, Brasile e Guyana, i confini dei quali si incontrano proprio sulla sua sommità.