In Svezia esiste un piccolo villaggio, Jukkasjärvi, con poco più di 1.000 abitanti e 1.000 cani, che ogni inverno viene invaso da circa 50.000 visitatori provenienti da tutto il mondo curiosi di ammirare l’Ice Hotel, 200 chilometri a nord del Circolo Polare Artico. Ogni anno infatti questo piccolo villaggio è sede di uno dei più importanti progetti artistici al mondo: la creazione dell'Icehotel, il primo e più grande hotel del mondo fatto di neve e ghiaccio. Il processo di costruzione dell'hotel dura in realtà un anno intero e nel mese di dicembre l'albergo apre agli ospiti e ai visitatori fino ad aprile quando il ghiaccio inizia a sciogliersi con i primi raggi caldi del sole.

Quest'anno cade la 25° edizione dell'Icehotel. "Ogni ICEHOTEL è speciale. Grazie al lavoro di artisti e designer provenienti da tutto il mondo, è sempre un'attrazione unica. Con un design innovativo e moderno, l'ICEHOTEL è un progetto con grandi ambizioni che non lascia indifferente nessuno", scrivono sul sito dell'albergo dove è possibile scegliere la suite in cui soggiornare e prenotare la propria vacanza glaciale. Ogni stanza ha un nome ed un tema è quest'anno gli aspetti artistici delle suite raffigurano un impianto tipografico di ghiaccio, motivi di arte popolare europea, lussureggianti foreste pluviali, interpretazioni astratte dell'amore, temi dell'architettura barocca, o l'ingranaggio interno di un orologio.

Ogni anno tra marzo ed aprile vengono estratte 1000 tonnellate di ghiaccio proveniente dal fiume Torne, una delle acque più pulite in Europa, e 30.000 tonnellate di “snice”, un misto di neve e ghiaccio che rinforza la struttura, che devono ricoprire 5.500 metri quadrati di superficie. Circa 100 persone sono coinvolte ogni anno nella costruzione dell’Ice Hotel, di cui la metà sono artisti, unici al mondo per le proprie abilità, eccezionalmente invitati a progettare particolari aree dell’hotel, non solo suite ma anche una chiesa, un bar e una maestosa sala per eventi ed un teatro: Benvenuto nell'hotel più freddo del Pianeta!