Le strutture subacquee sembrano essere diventate una tendenza diffusa tra gli hotel negli ultimi anni, ma una località al largo della costa di Zanzibar ha aggiunto un nuovo concetto di relax sottomarino. Il Manta Resort ha recentemente presentato la sua camera subacquea: una suite su tre livelli che galleggia al centro di una spettacolare barriera corallina e vanta una camera da letto matrimoniale circondata da vetrate per vedere il mondo sottomarino.

Situato sull'isola tropicale di Pemba, nell'Oceano Indiano, il Manta Resort è un bellissimo hotel famoso per la naturale barriera corallina che si trova appena fuori la sua spiaggia e che attira numerosi sub e snorkeling. Il primo novembre 2013 il resort ha inaugurato una piccola isola artificiale posta a 250 di distanza dalla sua costa: una struttura galleggiante, fatta di legno duro locale tenuta in posizione da diverse linee di ancoraggio che portano al fondo dell'oceano.

Ciascuno dei tre livelli che compongono l'edificio galleggiante ha una sua vista unica: una terrazza sul tetto per prendere il sole di giorno e osservare le stelle di notte, una piattaforma di atterraggio a livello del mare dotato di un salotto e bagno, e una camera d'albergo subacqueo al di sotto, circondato da riquadri di vetro per un panorama marino a 360 gradi. La camera circondata da otto grandi vetrate, di notte, illumina con vari faretti lo spazio di oceano circostante, creando anche un incredibile effetto luminoso visibile da Pemba e che attira attorno all'isola artificiale una gran quantità di specie marine.

Progettato da Mikael Genberg, della società svedese Genberg Underwater Hotel, La Manta Underwater Camera offre una vista maestosa del paesaggio circostante e della vita marina. Con una camera da letto che si trova a quattro metri sotto la superficie d'acqua, agli ospiti viene fornita una visuale unica della presenza di creature acquatiche della barriera corallina: visitatori frequenti sono un pesce trombetta conosciuto come Nick, così come calamari e polpo di notte.

L'artista svedese aveva già costruito una struttura simile nel lago di Mälaren, Utter Inn. Per questo progetto però ha cercato un luogo più remoto con acque più chiare: la camera galleggiante è in realtà situata al centro di un buco blu, una zona della barriera corallina di circa 50 m di larghezza dove il mare scende a 12 m di profondità durante l'alta marea. Con un paio di teste di corallo sparse sotto e una barriera corallina complessa che circonda la struttura, gli ospiti sono sicuri di vedere tutti i tipi di fauna marina proprio fuori dalla finestra della loro camera da letto.

(Photos copyright: Genberg Art UW Ltd and photography credits: Jesper Anhede)