Protagoniste di film dell'orrore o appena uscite dalla tv, dove per anni sono state il set di macabri servizi. Svincolate da tempo dal sequestro dopo lunghi periodi di accertamenti e procedure giudiziarie, le case, teatro di alcuni dei più efferati e purtroppo celebri omicidi, spesso meta di turismo morboso e pellegrinaggio ossessivo, sono entrate ormai nell’immaginario collettivo degli orrori della cronaca. Alcune sono state vendute, ma molte altre sono rimaste disabitate e sono ancora disponibili sul mercato immobiliare.

Certo, non è facile pensare di vivere in una casa dell'orrore, specialmente quando in tanti assicurano di aver visto o sentito strane presenze aggirarsi nella residenza ma in fondo potrebbero essere solo voci. Per tutti voi che siete in cerca di una casa ma non è in grado ancora di affrontare i prezzi del mercato immobiliare, consigliamo di approfittare di queste case, che seppur hanno un passato scomodo, si rivelano un vero affare di vendita per il loro prezzo assai ridotto, di svendita si potrebbe definire.

C'è la Amityville Horror House che è stata la protagonista di 11 film di paura in cui le famiglie che hanno provato ad abitarvi sono terrorizzate dalle entità paranormali. La Sowden House era una volta la casa di George Hill Hodel, uno dei principali sospettati dell'omicidio di Black Dahlia. La casa dell'omicidio di Janet Leigh nel film Psycho è una bella villa che comprende una piscina e una piccola sezione di archi che suonano ripetendo gli accordi dissonanti ogni volta che si apre la doccia. Un'agenzia ha messo in vendita una casa in stile vittoriano a 1217 Marion St, Dunmore, negli USA, definendola nell'annuncio un po' "infestata". Ma se fossero solo leggende o trucchi?! Di certo i racconti di fantasmi ed omicidi hanno fatto abbassare e di tanto il prezzo di queste abitazioni rendendole molto appetibili sul mercato immobiliare, un affare per essere precisi. Volete farci un pensierino?