Chi si è trovato a passeggiare almeno una volta nella vita per le vie di New York con il naso all’insù avrà sicuramente notato che sui tetti dei palazzi della Grande Mela esistono delle particolari costruzioni, quasi aliene, che dominano la città: le vecchie cisterne d'acqua. Il termine inglese è “water tower”, letteralmente torre dell’acqua, che sono diventati tanto famosi quanto l’Empire State Building. In legno o in ferro, si stima che ce ne siano tra le 10.000 e le 15.000 nei cinque quartieri della città. Ma New York non è l'unico luogo caratterizzato da tali strutture. Certo è una particolarità della grande mela la grossa quantità di cisterne sui tetti dei palazzi, ma, soprattutto in Europa, le torri dell'acqua venivano costruite a corredo delle stazioni ferroviarie principali, di quelle poste all'inizio delle tratte ferroviarie in salita e lungo il percorso a distanze strategiche l'una dall'altra. Ne erano forniti tutti gli impianti ove era prevista la sosta o il rimessaggio delle locomotive a vapore.

La torre dell'acqua, nel gergo ferroviario, definisce il serbatoio di accumulo e riserva di acqua in dotazione ai principali impianti ed infrastrutture ferroviarie per le esigenze connesse al servizio. La torre dell'acqua, così definita perché molto spesso costituita da una vera e propria costruzione elevata a forma di torre, è nata contestualmente alle stesse ferrovie in quanto accessorio indispensabile per il funzionamento delle locomotive a vapore oltre che importante per le ordinarie necessità delle stazioni e dei depositi e rimesse locomotive. La struttura più antica e più semplice è quella costituita da un grosso serbatoio, in genere metallico a lamiere chiodate, di forma cilindrica o prismatica, montato in alto su supporti in muratura o colonne portanti in ferro. A volte queste erano costituite da grossi tronchi d'albero disposti a traliccio. Dalla fine del XIX secolo le torri dell'acqua hanno assunto forma più robusta ed elegante soprattutto se annesse ad un impianto di stazione con forme a struttura esagonale o di fabbricato liberty. Le torri dell'acqua moderne hanno spesso una sezione a fungo e una struttura interamente in acciaio o in calcestruzzo precompresso.

Oggi in disuso, molte torri dell'acqua sono state svuotate dell'acqua originariamente detenuta e sono diventate alcune delle case più epiche del mondo. Architetti e designer, spesso conservando al struttura originaria, hanno realizzato originali conversioni di queste particolari strutture trasformate in case di lusso. Ecco una selezione delle abitazioni più originali in giro per il mondo.