Così come si tratta di una regola non scritta quella per cui ad una festa in casa ogni ospite finirà in cucina, è garantito che gli ospiti di un hotel resort passeranno la maggior parte del loro tempo intorno alla piscina, anche se c'è una bella spiaggia e il tratto di mare ha la temperatura ideale per nuotare. Ciò è particolarmente vero quando la piscina è un'infinity pool, un'enorme vasca extra-lusso che caratterizza ormai tutti gli hotel e i resort da sogno e che regala un panorama mozzafiato, quasi a sfioro sul mare o l'oceano, tanto da creare l'illusione di toccare l'orizzonte.

Oggi infatti non è sufficiente avere semplicemente un foro rettangolare di acqua nel terreno circondato da poche palme e sedie a sdraio. Le piscine sono sempre più spettacolari, e non solo per il loro aspetto incredibile, ma per lo spettacolare panorama che offrono. "É come un'icona, una calamita per gli ospiti", dice la designer internazionale di spa Sylvia Sepielli che ha recentemente progettato la piscina del Pangkor Laut Resort in Malesia. "Molti degli ospiti non si preoccupano neppure di nuotare in piscina. In verità, essi sembrano preferire la calma che ricevono solo stando stesi vicino al bordo, fissando le palme, le ville su palafitte, e la vista del mare e la giungla tutta intorno. La piscina diventa un monolite, un luogo dove la gente si sente a proprio agio raccogliendosi attorno".

Poche località al mondo possono vantare una piscina da mille e una notte, una di queste è il Banyan Tree Seychelles. "Le persone sono ipnotizzate dalla piscina", afferma Reinhold Johann, ex direttore generale presso il resort. "Gli ospiti nuotano verso il bordo con vista sull'oceano e si rilassano totalmente, come se fossero in trance. La tranquillità del panorama e ancora dell'acqua della piscina ha un sorprendente effetto meditativo".

Banyan Tree Seychellesin foto: Banyan Tree Seychelles

Ma non per forza una piscina da sogno deve trovarsi su isole o in hotel di lusso sulla spiaggia. A Los Angeles e Miami le star amano le piscine sul tetto da cui gustare un immancabile cocktail. Il primo è stato lo Standard Hotel, sul Sunset Boulevard, subito superato dall'adiacente Mondrian Hotel con il tetto-piscina più glamour, ma la piscina al 12° piano della Standard Downtown LA, con le sue vedute dei grattacieli, strade affollate della città, e anche la scritta di Hollywood in lontananza, batte ogni dramma urbano. Un'altra piscina di un hotel urbano dal paesaggio spettacolare è quella del Marina Bay, a Singapore. Situata all'ultimo piano della struttura di vetro e acciaio, di notte, quando la piscina è illuminata di un blu acceso e la città luccica al di sotto, ci si sente quasi come in un film: buon sogno d'immersione.

Hotel Marina Bay Sands, Singaporein foto: Hotel Marina Bay Sands, Singapore