La prima vera linea metropolitana al mondo è stata quella di Londra, chiamata ancora oggi "Underground" o "The Tube". Essa ha cominciato a operare il 10 gennaio 1863 e attualmente ha 414 km di linee. Pare che l'idea sia stata avanzata dall'allora sindaco, Charles Pearson, esasperato dal caos insopportabile per le vie del centro, a causa anche del mancato interscambio diretto tra le varie stazioni ferroviarie della città. Ma la prima vera linea di metropolitana dell'Europa continentale, completamente sotterranea, venne costruita nel 1896 a Budapest, in Ungheria, Földalatti, che è stata anche la prima in Europa ad avere la trazione elettrica fornita da cavi aerei.

MARIO LAPORTA/AFP/Getty Imagesin foto: MARIO LAPORTA/AFP/Getty Images

Ben presto, tale tipo di collegamento, seppur inizialmente non con le stesse comodità di oggi (vapori tossici sotterranei o vagoni inappropriati), sembrò essere indispensabile in qualsiasi grande metropoli e capitale europea. Parigi, Madrid, Berlino e Milano, già nel 1920 avevano le loro proprie reti sotterranee, e spesso con stazioni esteticamente più gradevoli rispetto a quelle della metropolitana di Londra. Oggi in gran parte delle città la rete metropolitana è così estesa ed efficiente che la maggioranza dei residenti la usa come principale mezzo di trasporto, anche al posto dell'auto. E pare che, nel tempo, in Europa, ma anche nel resto del mondo, si sia dato inizio ad una gara tra le città per chi avesse la stazione metropolitana più bella e suggestiva, forse anche come manifesto dei traguardi economici, sociali e tecnologici raggiunti da un Paese (specialmente in Unione Sovietica e negli altri Stati comunisti). La CNN ha stilato così una lista delle 12 stazioni della metropolitana più imponenti d'Europa

MARIO LAPORTA/AFP/Getty Imagesin foto: MARIO LAPORTA/AFP/Getty Images

1. Toledo, Napoli, Italia: stazione della Linea 1 della Metropolitana di Napoli, già eletta fermata più bella d'Europa dal quotidiano inglese The Daily Telegraph, conferma il suo primato anche per la CNN. Progettata dall'architetto spagnolo Óscar Tusquets, riesce a catturare i passeggeri in un vortice di luci e arte grazie alle incredibili opere di Robert Wilson e William Kentridge che decorano e caratterizzano la stazione.

CHRISTOF STACHE/AFP/Getty Imagesin foto: CHRISTOF STACHE/AFP/Getty Images

2. Westfriedhof, Monaco di Baviera, Germania: inaugurata il 24 maggio 1998, è rimasta capolinea fino all'estensione della linea metropolitana cittadina completata nel 2003. Le pareti della stazione non sono state levigate e ricordano una grotta. Nel 2001 furono installate 11 lampade del diametro di 3,80 metri, dell'artista Ingo Maurer, che illuminano la stazione nei colori del blu, rosso e giallo.

KIRILL KUDRYAVTSEV/AFP/Getty Imagesin foto: KIRILL KUDRYAVTSEV/AFP/Getty Images

3. Komsomolskaya (Koltsevaya Line), Mosca, Russia: nota per essere situata sotto il più trafficato snodo dei trasporti di Mosca, Piazza Komsomolskaya, è una delle fermate più attive di tutto il sistema metropolitano di Mosca, inaugurata nel 1952. All'interno, tra ricchi ornamenti barocco in stile Torchères e imponenti lampadari, sembra di trovarsi in una grande sala da ballo. Ma la vera caratteristica della stazione è la presenza di mosaici decorativi, creati dal designer Alexey Shchusev, che raffigurano scene storiche della Russia Stalinista.

MIGUEL RIOPA/AFP/Imagesin foto: MIGUEL RIOPA/AFP/Images

4. Olaias, Lisbona, Portogallo: realizzata nel 1998, per aiutare a trasportare gli 11 milioni di visitatori che si preparavano ad invadere Lisbona per l'Expo, la stazione celebra 500 anni di invenzioni portoghesi. Caratterizzata da colori accesi e materiali industriali, Olaias sembra di trascinare i passeggeri all'interno di un'opera d'arte moderna.

Photo Simon Greigin foto: Photo Simon Greig

5. Westminster, Londra, Inghilterra: la stazione venne inaugurata col nome di Westminster Bridge il 24 dicembre 1868, si può dunque considerare la progenitrice di tutte le metropolitane, ma della vecchia stazione resta ben poco. Infatti dal 1970 è stata interessata da progetti di rinnovamento, ideati dalla Michael Hopkins & Partners, con cui l'architettura della stazione è divenuta una combinazione austera di cemento e acciaio, con elementi funzionali e strutturali a vista che le conferiscono un'aspetto futuristico. Curiosità: il modo di rappresentare, con mappe schematizzate, i percorsi e le fermate delle metropolitane, oggi familiare a tutti gli utenti del servizio, fu inventato nel 1933 da Henry C. Beck, che di professione disegnava circuiti elettrici per una società di telecomunicazioni, proprio per la Metropolitana di Londra.

JONATHAN NACKSTRAND/AFP/Getty Imagesin foto: JONATHAN NACKSTRAND/AFP/Getty Images

6. T-Centralen, Stoccolma, Svezia: è la stazione sotterranea più importante e frequentata della città. In superficie la stazione centrale di Stoccolma si mostra come un banale edificio del sistema di trasporto rapido, ma appena ci si inizia ad inoltrare sottoterra, i passeggeri vengono risucchiati in una sorta di caverna blu e luce bianca accecante. Inattesi cambiamenti di colore e forma della stazione ricorda agli utenti di essere in una profondità terrestre appunto.

AFP PHOTO /DANIEL ROLANDin foto: AFP PHOTO /DANIEL ROLAND

7. Bockenheimer Warte, Francoforte, Germania: sicuramente una stazione molto diversa dalle altre fermate in perfetto stile minimal della metropolitana di Francoforte. Progettata dall'architetto Zbigniew Peter Pininski, la stazione rappresenta una carrozza del treno che si è schiantata sul marciapiede. Un ingresso metropolitano sicuramente fantasioso che lascia i pendolari scioccati o confusi, ma raramente indifferente.

Abando metro station, Bilbao, by Fosterin foto: Abando metro station, Bilbao, by Foster

8. "Fosterito", Bilbao, Spagna: la costruzione della metropolitana di Bilbao è relativamente recente, risale al 1995, quando si è posto il problema di far fronte all'improvvisa crescita demografica della città. In meno di 20 anni è diventata la terza metropolitana più grande di Spagna. Il progetto della Metro fu affidato a Norman Foster. Basato sull'acciaio, il cristallo e il cemento armato, la metropolitana di Bilbao richiama l'idea di disegno urbano, ampio e comodo. Particolarità del progetto è la struttura dalle forme curve degli accessi alla metro, costruiti in cristallo e chiamati affettuosamente fosteritos, in onore dell'architetto che li progettò.

PHILIPPE DESMAZES/AFP/Getty Imagesin foto: PHILIPPE DESMAZES/AFP/Getty Images

9. Palais Royal – Musée du Louvre, Parigi, Francia: prende il nome dal vicino Palais-Royal e dal Louvre. La vera attrazione della stazione è l'ingresso su Place Colette, ridisegnato da Jean-Michel Othoniel, come il "Kiosque des noctambules" (Chiosco dei nottambuli). Completato nell'ottobre 2000 per il centenario della metropolitana, il "Chiosco dei nottambuli" ha due cupole (una che rappresenta il giorno, l'altra la notte), fatte in vetro colorato e sostenute da una struttura di alluminio, che rendono la stazione un'opera originale nel contesto molto tradizionale e austero in cui si trovano.

Admiralteyskaya, San Pietroburgo, Russiain foto: Admiralteyskaya, San Pietroburgo, Russia

10. Admiralteyskaya, San Pietroburgo, Russia: aperta nel dicembre del 2011, è la fermata della metropolitana più nuova di San Pietroburgo e la stazione più profonda nella rete. Con soffitti curvi Stark e una bassa illuminazione, che completano la decorazione in marmo tradizionale e le piattaforme ad arco, dimostra che il design classico e moderno possono coesistere armoniosamente.

JANEK SKARZYNSKI/AFP/Getty Imagesin foto: JANEK SKARZYNSKI/AFP/Getty Images

11. Plac Wilsona, Varsavia, Polonia: la metropolitana di Varsavia è una delle metropolitane più moderne del mondo. In realtà i progetti di costruzione di un sistema ferroviario a Varsavia risalgono al 1918, ma a causa delle Grandi Guerre Mondiali, della Guerra fredda e le difficoltà finanziarie della burocrazia sovietica, il progetto di una rete metropolitana a Varsavia è stato completato dolo nel 2005. Ma la Polonia capitalista forse si è lasciata prendere un po' troppo la mano nel voler mostrare le sue capacità e la sua modernità, rischiando di costruire degli UFO più che delle stazioni metropolitane.

Praha, Metro Staroměstskáin foto: Praha, Metro Staroměstská

12. Staromestska, Praga, Repubblica Ceca: tutte le stazioni della linea metropolitana di Praga sembrano essere uscite dal film distopico "A Clockwork Orange". Staromestska è la fermata più visitata e fotografata, ma tutte meritano un posto come stazioni più incredibili d'Europa per i loro tunnel con pareti di metallo infossato in cui il design bubble-wrap rafforza il senso di profondità e plasticità.