Alcune sono nascoste in luoghi remoti della Terra, altre sono così famose da essere dichiarate Patrimonio dell'Umanità per l'Unesco, sono le case nella roccia, abitazioni antiche che in varie parti del mondo sono ancora abitate, anche a distanza di secoli dalla loro fondazione. In Italia uno dei luoghi scavati nella roccia più conosciuti ed antichi è sicuramente Matera, dove le abitazioni scavate nella gola della Gavina sono state abitate senza interruzione dall'età del bronzo fino agli anni Cinquanta. La particolarità di Matera è proprio che tutto il suo centro storico è ricavato completamente nella roccia creando così case e ogni spazio all'interno della pietra proprio come un villaggio nelle caverne, tanto che nel 1993 l'UNESCO ha dichiarato i Sassi di Matera patrimonio dell'Umanità. Nonostante risalga a più di 9.000 anni fa, Matera oggi ospita ancora più di 60.000 persone.

Kandovan, nascosta nel nord dell'Iran, è la più grande dimora in grotta del mondo. Risale a più di 800 anni fa e ospita ancora circa 168 famiglie in queste spettacolari case simili a grotte costruite nella roccia vulcanica. Uno dei luoghi più suggestivi al mondo ricavati all'interno della roccia è sicuramente Petra in Giordania, che testimonia un'abilità dell'uomo nel plasmare la pietra davvero incredibile. Ma i luoghi di cui andremo a parlarvi sono caratterizzati da case scavate nella roccia che ancora vengono abitate, sin dalla loro fondazione. Monumenti arcaici, scolpiti, fondamenta antichissime, accompagnano l'immagine di questo antichi luoghi.

Meno antica ma non meno affascinante è l'antica casa di Aveyron, in Francia, che risale al XIII secolo. Questa costruzione ha una particolare forma, stretta e disomogenea, perché all'epoca in Francia le case pagavano le tasse sul loro terreno a terra e la casa di Aveyron , sviluppandosi in altezza, trovò il modo di risparmiare su queste tasse. Acoma Pueblo è ritenuto il più antico insediamento abitativo del Nord America. Questo paese incastonato in cima a una scogliera nel Nuovo Messico è abitato sin dal 1150, nonostante oggi abbia solo 50 residenti e non ha acqua corrente, elettricità o sistema di fognatura. L'antico villaggio nelle grotte di Meymand, nel sud dell'Iran, è abitato da oltre 3.000 anni. E il monastero ortodosso di St George, nella Cisgiordania di Gerusalemme, che risale al 480 dC., è ancora abitato dai monaci ma lo si può visitare grazie ad ponte pedonale.