Ogni anno da tutto il mondo i migliori designer, pensatori ed inventori si danno virtualmente appuntamento all'A' Design Award & Competition, il concorso che premia la creatività. Di recente sono stati annunciati i vincitori 2016-2017 che promettono di rivoluzionare il mondo che conosciamo e i vari settori a cui appartengono. Sono tante le categorie che partecipano e vengono premiate all'A' Design Award & Competition, dai mobili al packaging, dalla grafica all'architettura. Quest'anno sono stati selezionati 1200 progetti che hanno in comune la praticità, modernità, e l'uso efficiente dello spazio e dei materiali.

Le invenzioni più geniali passano dall'A' Design Award & Competition: i vincitori non sono premiati in contanti ma con la pubblicità di massa e con una serie di strumenti per raggiungere il successo. Il concorso funge da piattaforma equa per le aziende, i designer e gli inventori provenienti da tutti i campi del design con diversi livelli di esperienza, diverse discipline e desiderosi di competere. Il premio è la visibilità. Il concorso è suddiviso secondo tante categorie che vanno dalla progettazione industriale, ai giocattoli, l'illuminazione, medicina e disegno scientifico, design digitale, manufatti architettonici, interior design, fotografia e cinema, moda, arte, artigianato e ready-made. I vincitori sono premiati da una giuria di esperti composta da 173 membri, che formano la Design Academy International.

In un mondo dove ci sono milioni di prodotti e progetti lancianti ogni anno, il premio è nato dalla volontà di sottolineare i migliori disegni e prodotti ben progettati. I prodotti e progetti premiati sono evidenziati al pubblico internazionale attraverso la A' Design Award Gala-Night e mostra in Italia e sono comunicati a tutti i media rilevanti in tutto il mondo.

I vincitori riconoscono il valore di un Good Design Award non solo dall'equità di partecipazione e dalla metodologia del premio, ma anche proprio per la partecipazione nella giuria di alcuni nomi più rinomati nei vari settori. Così scopriamo che presto mangeremo le patatine fritte in un'altra confezione o che ci sveglieremo con una sveglia luminosa, che gli edifici saranno protetti dal traffico cittadino attraverso barriere isolanti e che i mobili si ridurranno ad aste su cui appendere e fissare tutto il necessario.