Quando si tratta di tendenza ed originalità sappiamo tutti che Londra è sempre in prima fila. Moda del momento è sicuramente il riciclo e recupero urbano, e la capitale britannica non poteva certamente non essere all'avanguardia in quest'ambito: un vecchio bagno pubblico cittadino nel sud-est di Londra, abbandonato da anni, ha visto nuova vita grazie ad un progetto di ristrutturazione che ha trasformato questi spazi dismessi in una casa privata bella ed elegante.

L'idea di trasformare dei vecchi bagni pubblici in una casa di design è opera dell'architetto Laura Clark che era venuta in contatto con questi luoghi sotterranei fatiscenti nel 2005, quando si trasferì a Londra, dopo essersi laureata presso la Glasgow School of Art. "Ho sempre amato l'idea di micro-rigenerazione", spiega, "Per me significa salvare i siti con una storia interessante, ma che sono stati abbandonati e dimenticati". Inizialmente il giovane architetto voleva trasformare gli ex gabinetti, per uomo e per donna, in un bar o piccolo cinema. Ma mentre i lavori di smantellamento procedevano gli spazi liberati si rendevano sempre più idonei a diventare stanze di una casa privata.

Gli ex servizi igienici, costruiti originariamente nel 1929 e poi dismessi nel 1980, si trovano sotto Crystal Palace Parade, e oggi sono un elegante appartamento composto da una camera da letto, una cucina moderna, un bagno color oro e un giardino sotterraneo. Il progetto è costato appena 65000 sterline ma ha richiesto diversi anni di lavoro che oggi però rendono difficile credere che questa casa di lusso sia stata un bagno pubblico, se non fosse per le piastrelle in cucina recuperate dalla struttura originale ed un vecchio specchio in salotto riciclato dai bagni precedenti. Ma ciò che rende davvero originale ed ironica l'atmosfera di tutta la casa è un manifesto all'ingresso che avvisa i visitatori sui pericoli di contrarre malattie veneree.