Lo scorso 11 marzo in Giappone ci sono stati più di 500 decessi a causa del terremoto. Tante vite forse si sarebbero potute salvare se avessero avuto un modo per proteggersi, per salvaguardare la propria incolumità. A volte può bastare anche un semplice casco per salvarsi la vita ma, a meno che non si sia un operaio durante le ore di lavoro, alcuni tipi di sistemi protettivi non sono alla portata di tutti. Così la Tanizawa, una delle maggiori aziende produttrici di caschi protettivi in Giappone, in collaborazione con J. Walter Thompson, ha ideato un modo per dotare ogni abitazione di un casco protettivo senza ingombrare spazio utile: nasce + MET, la prima collezione di complementi, un vaso e una lampada, che si trasforma per salvarvi la vita durante un terremoto.

In Giappone i terremoti sono molto frequenti: si registra in media una scossa ogni cinque minuti e oltre 2.000 terremoti che possono essere sentiti dalle persone ogni anno. In molti nel paese hanno infatti un kit di emergenza in casa ma non tutti hanno un casco d'emergenza. La Tanizawa sa perfettamente che un casco può essere ingombrante in casa e in Giappone gli alloggi possono essere molto piccoli per cui non occupare troppo spazio vitale con oggetti non sempre necessari può essere essenziale. Così l'azienda leader nella produzione di caschi protettivi ha trovato un modo per dare ai caschi un nuovo ruolo da svolgere nella vita quotidiana senza far sentire la propria presenza in casa. Questo è il concetto alla base di + MET che rappresenta una collezione di complementi che costituiscono una soluzione geniale per proteggersi durante i terremoti. + MET è costituito da un vaso e da una lampada che all'occasione si trasformano in utili caschi protettivi. +MET rappresenta un geniale salva-vita in casa perché la sicurezza deve essere un valore da preservare sempre.