Debutta a Milano a giugno, dal 12 al 18, la prima Arch Week. Per un'intera settimana il capoluogo lombardo dedicherà incontri, eventi, mostre e discussioni sull'architettura. Alcuni dei migliori architetti del mondo sbarcheranno a Milano per confrontarsi,  sotto la direzione artistica di Stefano Boeri, su temi fondamentali come la ricostruzione post terremoto o le trasformazioni urbane. La Milano Arch Week nasce da un'idea del Comune di Milano, insieme al Politecnico e alla Triennale, come evoluzione del festival Mi/Arch. L'architettura è stata una leva del cambiamento per Milano e con l'Arch Week si spera in altre future proposte per la città.

Il programma e le partecipazioni ancora non sono stati definiti, ma si conoscono già alcuni nomi come Peter Eisenman e Francis Kerè, ma anche Elizabeth Diller dello studio Diller- Scofidio che ha progettato la High Line di New York, e poi Massimiliano Fuksas e Oliviero Toscani che si occuperà di approfondire il rapporto tra fotografia ed architettura. Epicentro della manifestazione saranno le sale della Triennale e il Teatro Burri al Parco Sempione, qui le varie personalità partecipanti, che operano nel campo della progettazione, saranno chiamate a partecipare con proposte e iniziative che rendano Milano una capitale mondiale dell'architettura internazionale.

Sono varie le sfide di trasformazione urbanistica che interesseranno Milano nei prossimi anni come gli scali ferroviari, il sito di Expo e l'area ex Falck di Sesto San Giovanni destinata alla futura Città della Salute. Durante la Milano Arch Week si parlerà dunque di riqualificazione urbana, di nuovi progetto nel segno della rigenerazione sostenibile con esempi concreti come la High Line di New York che non si esclude possa arrivare anche a Milano in futuro.

Milano Arch Week sarà anche l'occasione per chiamare a Milano, nei luoghi dell'architettura contemporanea e storica, i grandi visionari dell'architettura mondiale, i migliori progettisti del mondo e ricercatori, studenti, professionisti per raccontare, attraverso il presente della città, il futuro dell'Architettura delle città del mondo.
Beppe Sala, Sindaco di Milano