Oggi si sente tanto parlare di tiny house, cioè case in miniatura dotate di tutti i comfort ma chi è abituato ad uno stile di vita più comodo può stentare a credere che ci si viva bene. Scott Brooks viveva a Seattle in una casa di quasi 300 metri quadrati tutta per sé. Stanco della frenetica vita cittadine, quattro anni fa ha deciso di vendere tutti i suoi beni e girare il mondo. Per un paio di anni ha vissuto in un sacco a pelo in luoghi di ventura tra l'Africa, l'Asia e l'America; poi in una tenda a cupola per altri sei mesi. E oggi dice di essere giunto nell'abitazione più spaziosa e confortevole che abbia mai abitato. Non immaginate nessuna villa, resort o suite, la casa dei sogni di Scott Brooks è una mini-abitazione che ha costruito da solo, con l'aiuto di qualche amico, e spendendo solo 500 dollari (460 euro). La Trasnforming Tiny Home, come la chiama lui, misura solo 8 metri quadrati ma per Brooks è enorme.

La mini-casa di Scott Brooks sorge sull'isola di Shaw, una piccola isola nelle isole San Juan dello stato di Washington e ad appena un tiro di schioppo dal Canada; circa 180 residenti l'anno, una scuola con appena 12 studenti, forse 4 o 5 incroci che hanno anche i segnali di stop. Qui Scott ha deciso di ritirarsi con alcuni amici conosciuti tra i 10 ei 20 anni (adesso ne ha 29) ed avviare una fattoria biologica. "Sembra che il più grande ostacolo per la maggior parte delle persone che cercano di cambiare vita trasferendosi in case piccole è quello di trovare un luogo in cui insediarsi. Sono stato estremamente fortunato a tale proposito, perché il padre di un mio caro amico aveva acquistato 20 ettari di terreno alla fine del 1960 ed è qui che io, insieme con il mio amico e sua moglie, ho deciso di vivere", spiega Scott Brooks sul suo blog. Così con materiali di riciclo trovati in zona e della legna proveniente dagli alberi locali, Brooks è riuscito a costruire una casa piccola ma con tutte le comodità e meno di 500 euro; la cosa più costosa è stato il pavimento in vinile che è costato 100 dollari. C'è la zona notte con due letti, un bagno, un angolo cottura, un'area studio-relax con una grande finestra che affaccia sul bosco, mobili a parete che occupano poco spazio e si usano all'occorrenza come tavoli e sedie. Non c'è nulla che manchi in questa casa per viverci serenamente e se vi sembra un po' piccola basta uscire ed immergersi nell'immensità della natura circostante.