Restare connessi, leggere, ascoltare musica e chattare in spiaggia tutto il tempo che si vuole ora si può grazie a Solarbrella, un pannello solare pieghevole leggero che si inserisce sull'ombrellone per trasformarlo in una stazione di ricarica. Il sistema ideato dal progettista Eric Hawkins genera un'elettricità a 25 watt e dispone di due cavi USB collegati adatti a ricaricare tutti i vostri dispositivi. Solarbrella si adatta ad ogni tipo di ombrellone e vi permetterà di rilassarvi in spiaggia e divertirvi in totale libertà, senza alcuna preoccupazione di far scaricare i vostri dispositivi elettronici.

Il designer settantenne di Wimborne, nel Dorset, è nel campo dell'energia rinnovabile da anni. L'idea di Solarbrella è arrivata quando stava in Cina e vide un'azienda che usava una nuova tecnologia solare flessibile. Cambiando la tensione e il cablaggio è stato possibile creare dei kit solari completamente portatili. Solarbrella può essere usato su qualsiasi ombrellone, sulla spiaggia, in giardino o anche in terrazza perché leggero e portatile. Viene fornito con due cavi USB in modo che gli utenti possano collegare contemporaneamente due dispositivi o caricare una power bank contemporaneamente alla ricarica del telefono.

A differenza dei pannelli solari a tetto solare realizzati in silicio cristallino, Solarbrella usa una pellicola sottile in plastica flessibile PET all'interno di un tessuto protetto ai raggi UV. La pellicola sottile serve a far adattare meglio il pannello a qualsiasi ombrellone. Una volta servito al suo utilizzo, Solarbrella può essere ripiegato in una valigia, in modo da poterlo portare con sé quando e dove si vuole. Il pannello, ancora in fase di prototipo, avrà un costo di circa 430 euro ma non vi lascerà mai più senza ricarica ovunque voi andiate. Eric Hawkins ha inventato anche una versione commerciale più grande del pannello che produce 60 watt e può fornire energia sufficiente ad un computer portatile per 11 ore. L'unica cosa che manca al designer settantenne è un investitore che possa produrre i primi centro esemplari di Solarbrella da mettere in commercio.