È destinata a rivoluzionare il mondo dei trasporti in mare la prima nave cargo al mondo che si guida da sola. Yara Birkeland, soprannominata la “Tesla dei mari”, sarà inaugurata nel 2018 e come primo carico porterà concime da un fiordo norvegese ad una fabbrica al porto di Larvik, percorrendo poco più di 60 chilometri. La nave sarà elettrica al 100%

Dedicata al celebre scienziato e innovatore Kristian Birkeland, la nave trasporterà i prodotti dell'azienda agricola norvegese Yara che ha collaborato con la ditta Kongsberg, specializzata in sistemi di orientamento, per realizzare l'innovativa imbarcazione. Il costo dell'operazione è di 25 milioni di dollari, che verrà sarà ammortizzato negli anni dalla mancanza di combustibile necessario per le navi e di equipaggio oltre che da "i costi operativi annuali ridotti fino al 90%".

Progettata per essere completamente autonoma, Yara Birkeland sarà la prima nave container completamente elettrica al mondo, ad emissioni zero. Attraverso un sistema di videocamere, radar e sensori, la nave cargo potrà spostarsi in completa autonomia in navigazione e nell'attracco ai porti, riducendo soprattutto il trasporto di autocarri diesel che ogni anno conta circa 40.000 viaggi. I primi viaggi, fino al 2020, non saranno di lunga percorrenza per monitorare l'attività in sicurezza. La nave navigherà entro 12 miglia nautiche dalla costa, tra tre porti della Norvegia meridionale. Sono previsti anche tre centri con profilo operativo diverso per gestire tutti gli aspetti del funzionamento, dalla manutenzione alle emergenze.

Yara Birkeland sarà lunga 70 metri e sarà spostata da motori elettrici, che verranno ricaricate tramite batterie elettriche. La prima nave cargo completamente elettrica potrà raggiungere una velocità massima di 10 nodi (19 chilometri orari) ma l'eco-iniziativa contribuirà a soddisfare gli obiettivi di sostenibilità delle Nazioni Unite, a migliorare la sicurezza stradale e la congestione del traffico marittimo. Svein Tore Holsether, presidente e CEO di YARA ha spiegato così la necessità del progetto: "Ogni giorno sono necessari più di 100 viaggi di camion diesel per trasportare i prodotti di YARA a porti come Brevik e Larvik dove spediamo prodotti ai clienti intorno al mondo. Ora, con questa nuova nave contenitore autonomo a batteria, possiamo spostare il trasporto da strada a mare. Questo riduce le emissioni di rumori e polveri, migliora la sicurezza delle strade locali, per non parlare di ridurre l'impatto negativo sull'ambiente".