Ogni giorno i nostri mari e chilometri di barriera corallina sono minacciati dalla troppa pesca, da azioni dell'uomo che non rispettano le giuste regole, dall'inquinamento delle acque, dal riscaldamento globale, e ogni giorno alcuni dei tesori più importanti del nostro Pianeta spariscono senza che noi ce ne accorgiamo. "I nostri oceani e le barriere coralline sono attualmente sull’orlo del collasso a causa di numerose minacce, tra cui la pesca eccessiva, la perdita di habitat, l’acidificazione degli oceani, il riscaldamento globale e l’inquinamento delle acque. Quest’opera simboleggia la responsabilità collettiva che dobbiamo trasmettere alle future generazioni onde evitare conseguenze pericolose per l’ambiente”, scrive Jason DeCaires Taylor. L'artista inglese, ed esperto di sport subacquei, è il creatore della scultura sottomarina più grande del mondo che con la sua imponenza denuncia proprio lo stato di emergenza dei mari del mondo. L'enorme scultura si chiama Ocean Atlas e si trova al largo della costa di Nassau, alle Bahamas.

Le Bahamas sono famose per le acque cristalline, le spiagge di sabbia rosa o bianche come la farina, gli atolli paradisiaci, luoghi incantevoli dove si sogna di trascorrere indisturbati le proprie giornate mentre il mondo frenetico fuori ci ricorda di trovarci a lavorare e alle prese con la nostra routine quotidiana. Ma le Bahamas accolgono un'altra meraviglia, questa volta creata dall'uomo, che vale la pena di visitare in una vacanza in uno dei luoghi più esotici al mondo: è Ocean Atlas, la scultura sottomarina più grande al mondo che raffigura una donna inginocchiata con la testa inclinata che regge sulle sue spalle il peso degli oceani, proprio come il mito di Atlante. Alta 4,8 metri e con un peso di 60 tonnellate, l'incredibile scultura dell'artista britannico Jason DeCaires Taylor è visibile dai subacquei solo nei periodi di bassa marea. Realizzata con materiali eco-compatibili, l'imponente scultura è un elemento sottomarino ideale per il proliferare della barriera corallina rivelandosi un tesoro sommerso suggestivo ed utile alla Natura.