Spesso si sente dire: "Questa città è una giungla!", a Parigi non si tratta di una semplice esclamazione ma di realtà. Da anni le strade della capitale francese sono invase da docili animali come leoni, tigri ed elefanti. Ma non abbiate paura, non vi faranno male perché questi animali sono solo frutto della fantasia di Sophie, una fotografa francese che dal 2010 attacca i suoi ritratti di animali sui muri di Parigi, per creare divertenti e intriganti situazioni.

Girafe rue des Rondeaux – Sophie Photographiein foto: Girafe rue des Rondeaux – Sophie Photographie

Un elefante a piedi, un gufo atterrato su un cavo, una giraffa che esce dalla porta, ogni animale di Sophie trova il suo posto nello spazio, nel quartiere, per la strada. Le immagini sono perfettamente integrate nel dettaglio dell'ambiente urbano. Per le strade di Parigi, il lavoro di Sophie è un'installazione nella città, nell'architettura e nell'arredo urbano che si distingue come fusione effimera tra arte e vita. E la fotografa francese prepara accuratamente e personalmente ogni installazione, sotto forma di stencil. "All'angolo di un incrocio, l'arte è destinata a operare di sorpresa nella vita quotidiana. Alterando le condizioni della percezione, risvegliando l'attenzione, la strada diventa una decorazione. E in questo momento di dubbio il pubblico è parte della decorazione". Gli animali di Sophie portano il pubblico a mettere in discussione il processo di contemplazione in un contesto non formale, particolare ed effimero.

L'arte di Sophie si interroga con umorismo su una questione fondamentale della nostra società ormai così tecnologica e antropomorfizzata: "il posto degli animali nella nostra società. Riposizionare le loro immagini nella nostra vita quotidiana è un atto militante che sottolinea la loro condizione di esseri viventi: come se gli animali fossero tornati a tormentare le nostre città per vedere quello che abbiamo fatto di queste aree urbane e dove li abbiamo reclusi".