Oggi molti parigini sono stati stupiti al risveglio dal ritrovamento di un cetaceo di venti metri sul Quai de la Tournelle, nei pressi di Notre Dame de Paris. L'animale aveva ancora sul corpo delle gocce d'acqua salata e di sangue sulla mascella. Un perimetro di sicurezza è stato montato per allontanare i curiosi e consentire agli esperti di esaminare il cadavere della balena. Parigini e turisti per ore sono stati impegnati a scattare foto e video del cetaceo morto, prima di accorgersi che si trattasse di una bufala. Nonostante il suo aspetto realistico, la balena arenata sulle rive della Senna è un'opera d'arte in plastica creata dal gruppo belga di artisti Captain Boomer Collective.

Captain Boomer Collective dal 2008 interviene in diverse città europee con corpi di balene finte. L'intervento è sempre volto a sensibilizzare l'opinione pubblica sull'emergenza ambiente e sulle conseguenze delle azioni umani sulla Terra. L'opera d'arte sulle rive del fiume Senna di Parigi ha scioccato i passanti che hanno creduto realmente alla presenza di tecnici e scienziati sul posto. Gli attori non si sono fermati solo al sincerarsi sulle cause della morte della balena ma hanno fornito ai presenti informazioni educative di dettaglio circa la dissezione e l'autopsia della balena: "La balena arenata è una metafora gigantesca per la disgregazione del nostro sistema ecologico. La gente sente che il proprio legame con la natura è disturbato. Il gioco tra la narrativa e la realtà rafforza questa sensazione di disturbo".

In Francia, Captain Boomer Collective aveva già creato scalpore lo scorso anno a Rennes. Essi hanno inoltre sperimentato in tutta Europa tra cui Londra, Scheveningen (Olanda), Valencia (Spagna) e in diverse città del Belgio come Anversa e Ostenda. L'obiettivo del collettivo è sempre quello di giocare con i confini tra finzione e realtà, per incuriosire la gente, farli domande, parlare. È un modo alternativo per far prendere consapevolezza ambientale. La scelta di Parigi non è una coincidenza. "Parigi è una città simbolica. Non siamo riusciti a farlo quest'anno altrove: è sia il cuore dell'Europa, un importante centro culturale, ma anche e soprattutto la città più investita dalle questioni ambientali ed ecologici". L'opera d'arte sarà in mostra fino al 5 agosto 2017, come parte del festival di Parigi l'Été, prima di essere portata in altri luoghi.

L'archetipo psicologico dei pesci morti non lascia nessuno intatto. Svolge e mobilita una comunità locale, durante i nostri interventi, vediamo un'intensa interazione tra la folla. Le persone si affrontano, speculano e si chiedono. Essi offrono aiuto e chiedono informazioni. I diversi livelli di percezione creano giochi divertenti. Alcuni membri del pubblico sanno che è un'opera d'arte, ma alimenta l'illusione ad altre persone. La balena si appella a tutti. È il luogo dove tutti si riuniscono. Ecco perché è vitale che si areni in un luogo pubblico che è liberamente accessibile.

Captain Boomer Collective