Ha fatto molto discutere la notizia dello scorso anno riguardo il rischio di estinzione di diverse specie di api. Spesso sottovalutiamo l'importanza di questi piccoli insetti che invece, nel ciclo naturale. Il ruolo delle api è fondamentale per l'impollinazione dei fiori che garantisce la vita della natura. Solo nel Nord America, il ruolo delle api consente la produzione di almeno 90 colture commerciali coltivate, tra cui mele, mirtilli, meloni, e broccoli. E infatti molto apprezzata è stata anche la decisione dell'ex First Lady, Michelle Obama, di installare varie strutture per l'apicoltura nei giardini della Casa Bianca. Così in tanti hanno cercato di trovare soluzioni per la conservazione delle api: tra questi Anna Haldewang, studente di design industriale, che ha ideato un drone in grado di impollinare i fiori come una vera ape.

Non era mai stato realizzato nulla del genere: Plan Bee è un drone controllato da un dispositivo intelligente che artificialmente impollina i fiori per conto delle api. Dopo cinquanta differenti prototipi, si è arrivati al design finale che consiste in un drone realizzato in materiale plastico leggero all'esterno con schiuma all'interno ed eliche in sommità. Il corpo del drone si divide in sei sezioni con piccoli fori in basso che succhiano il polline appena si poggia sopra un fiore. Poi, come un'ape, il drone soffia via il polline quando vola sopra le altre piante.

Realizzato nel classico nero e giallo delle api, Plan Bee ha anche la forma simile ad un fiore, quando viene visto a testa in giù. la sua dimensione, superiore di molto rispetto a quella di un'ape, ha una funzione educativa: “Un'ape reale è così piccola che non si nota, così come avviene l'impollinazione dei fiori. Con il drone si può vedere come funziona il processo.”, spiega Anna Haldewang, “Mi piacerebbe vedere le persone che lo utilizzano nei loro cortili e persino creare giardini personalizzati con Plan Bee”. Plan Bee è una soluzione molto intelligente ad un problema mondiale preoccupante. Il sistema potrebbe essere utilizzato in agricoltura su larga scala, e anche nell'agricoltura idroponica. Anche se ancora in fase di prototipo, Haldewang ha brevetto Plan Bee e spera di lanciarlo sul mercato entro due anni.