Sembra di trovarsi all'interno di un quadro di Van Gogh percorrendo in bici la nuova pista ciclabile che si trova nei pressi di Lidzbark Warminski, nel nord della Polonia: questo particolare percorso di giorno sembra una normale pista ciclabile ma di notte si illumina di un blu brillante che incanta. Si tratta della prima pista ciclabile ad energia solare in grado di ricaricarsi di giorno e di brillare di notte per 10 ore consecutive. Il progetto è stato creato da TPA Instytut Badań Technicznych Sp. z oo che hanno usato il fosforo, un materiale sintetico, in grado di illuminarsi dopo una prolungata esposizione alla luce solare.

Ha lo scopo di migliorare la sicurezza dei ciclisti di notte questa innovativa pista ciclabile ad energia solare. Realizzata in una piccola strada, in una zona periferica di Lidzbark Warminski, fino ad oggi rischiosa, l'ha trasformata in un'esperienza emozionante. Basta una giornata di sole per ricaricare la pista ciclabile che sarà luminosa per una notte intera. Le particelle di fosforo utilizzate possono essere di colori diversa: quelle scelte in Polonia sono di colore blu luminescente perché si adattano maggiormente al paesaggio circostante.

Quella di Lidzbark Warminski non è la prima pista ciclabile che si illumina di notte: il TPA Instytut Badań Technicznych Sp. z oo si è ispirato al progetto dello Studio Roosegaarde realizzato nei Paesi Bassi dove in occasione 125° anniversario della morte di Vincent van Gogh è stata creata una pista ciclabile che brilla al buio come la Notte Stellata del famoso pittore. Ma la tecnologia usata in Polonia è ben diversa da quella introdotta da Roosegaarde: mentre infatti la versione olandese utilizza dei LED alimentati ad energia solare e vernice per far brillare la strada di notte; la pista ciclabile polacca è completamente auto-sufficente ed eco-sostenibile perché dipendente interamente dall'energia solare. Seppur ancora in fase di test, ci auguriamo che presto questo tipo di tecnologia possa essere usata per le piste ciclabili di tutto il mondo.