Natale è ormai trascorso e tutti, chi in famiglia, con gli amici o il proprio partner, si sono scambiati i regali durante le Feste. Molti avranno sicuramente ricevuto tutto quello che desideravano ma c'è sempre quel regalo un po' bruttino o inutile che avremmo preferito non avere. Capita a tutti di ricevere almeno una volta nella vita, ma anche due, un regalo indesiderato e non bisogna vergognarsi di ammetterlo per paura di sembrare ingrati verso un gesto di generosità e affetto. Certo non è probabilmente il caso di rivelare il vostro segreto al diretto artefice del regalo, ma c'è un modo sicuro ed innovativo per riciclare i vostri regali indesiderati: arriva dalla Germania e si tratta di un distributore di libri in cambio di doni natalizi depositati perché non voluti. Ad inventare l'utile metodo di riciclo di regali indesiderati è stata l'editore tedesco Bastei Lübbe, in collaborazione con il rivenditore Hugendubel, che hanno installato l'innovativo distributore in alcuni centri commerciali di Monaco.

Da oggi è possibile riciclare i propri regali indesiderati in cambio di libri nuovi: al Pasing Arcaden di Monaco di Baviera il 28 dicembre, al West Park di Ingolstadt il 29 dicembre e al Franken-Center di Norimberga il 30 dicembre 2015 sarà possibile infatti approfittare di un ingegnoso distributore che dona libri in cambio di regali natalizi indesiderati. Recandosi in questi centri sarà possibile così sbarazzarsi dei propri doni di Natale non voluti, senza che nessuno lo venga a sapere, e ricevere in cambio dei libri della Bastei Lübbe: "I libri sono semplicemente i migliori regali in tutto il mondo e la macchina di conversione è un modo meraviglioso per fare del bene, anche dopo le vacanze", ha detto Ricarda Witte-Masuhr, marketing manager nella Bastei Lübbe AG.  I regali natalizi indesiderati infatti verranno distribuiti ad enti di beneficenza locali per continuare a fare del bene anche dopo le Feste ed in cambio sarà possibile ricevere una delle copie di sette titoli della Bastei Lübbe che ogni distributore ha in dotazione, da Rebecca Gable e Ethan Cross, tra i vari autori altri. E speriamo che questa iniziativa sia d'esempio anche per altre case editrici, semmai in Italia.