C'è un confine sottilissimo ma netto tra arte e realtà. Nella storia molti artisti hanno cercato di riprodurre la realtà tramite l'arte. Studi sulla prospettiva, sulle forme geometriche, sulle tecniche pittoriche, sicuramente hanno facilitato l'assottigliamento di questo labile confine. Ma New York oggi si è svegliata con alcune immagini che rasentano l'incredibile: ritratti di donne che si fatica a credere siano state dipinte tanto che risultano iper realistiche.

Sean Yoro, alias hula, è un'artista nativo delle Hawaii che ama dipendere volti di donna. Hula aveva sempre lavorato con la vernice su tavole di legno, ma quando ha deciso di unire due delle sue gran di passioni, il surf e la pittura, è scattata la magia. Portando alcuni vasetti di pittura sulla sua tavola da surf, Hula ha iniziato a dipingere ritratti di bagnanti che emergono dall'acqua, così realistiche da sembrare vere donne con parte del corpo immersa nell'acqua. Il poetico lavoro di Hula sta facendo il giro del mondo conquistando tutti con la bellezza delle sue bagnanti: quattro ritratti di donne che sembrano galleggiare sull'acqua. L'acqua riflette le immagini sul muro che sembrano quindi specchiarsi. Spettacolari.