Se avete in mente un viaggio per Halloween non c'è città migliore di Savannah dove recarsi per immergersi nella spettrale atmosfera della festa dei morti tra il 31 ottobre ed il 1 novembre. Questa ordinata e ricca città del Sud degli Stati Uniti è stata più volte scenario di tragiche morti durante la sua storia a causa sanguinose battaglie, enormi incendi, epidemie, uragani ed efferati omicidi. Per questo motivo Savannah è conosciuta come la città più infestata d'America e numerosi tour alla ricerca dei fantasmi si organizzano durante tutto l'anno. Savannah può sembrare una tipica bella città del Sud degli USA ma nasconde un segreto: così tanti atroci eventi hanno caratterizzato la storia della città che si dice essa sia stata costruita sui suoi morti. Le case e gli edifici sono costruiti sui cimiteri dei nativi americani; le strade ricoprono fosse di sepoltura dimenticate di schiavi e colonialisti.

Il luogo più spettrale di Savannah è il Colonial Park Cemetery, il grande cimitero della città, dove si stima che circa 12000 corpi sono sepolti e che sorge nel cuore del quartiere storico. Più di 700 vittime dell'epidemia di febbre gialla del 1820 sono state sepolte qui. Molti cadaveri contagiati non hanno neppure ricevuto degna sepoltura e giacciono in cataste di legno gli uni sopra gli altri e in tanti assicurano di aver visto vagare le loro anime in pena. Il cimitero oggi è un luogo verde ed ordinato ma un tempo si estendeva ben oltre i confini attuali: oggi è solo un terzo della sua dimensione originale.

A Savannah non solo il cimitero è un luogo infestato:
tombe senza nome erano frequenti nella storia di Savannah tanto che gli esperti sostengono che si ha difficoltà a camminare nel quartiere storico senza fare un passo sui resti di un cadavere. Più di 1100 vittime della guerra coloniale, ad esempio, sono stati sepolti in una fossa enorme e quella sepoltura non è mai stata trovata. Nella The Pirate’s House si possono ancora sentire i lamenti degli schiavi dei pirati che venivano condotti al fiume Savannah attraverso dei tunnel segreti al di sotto della casa. Il Moon River Brewing Company è uno dei ristoranti più infestati di Savannah e molti clienti assicurano di aver visto volare cibo e rompersi bicchieri e piatti senza una spiegazione plausibile.

Il fantasma più celebre di Savannah è quello di Jim Williams, proprietario della Mercer House. Questa casa di Savannah, costruita nel 1860, è anche protagonista del film diretto da Clint Eastwood "Mezzanotte nel giardino del bene e del male", che si basa su un fatto di cronaca realmente accaduto: Danny Hansford, l'assistente di Jim Williams, fu trovato morto qui. Jim Williams fu accusato di tale omicidio, specialmente dopo le voci di una relazione tra i due. Jim Williams fu poi scagionato ma morì tre giorni dopo per cause misteriose nella stessa casa. Anche altre due morti sono avvenute nella Mercer House che oggi è un Museo aperto al pubblico e tappa fissa dei numerosi tour di fantasmi che si organizzano in città.