Le più impressionanti installazioni artistiche sono o minuscole o indescrivibilmente enormi. C'è qualcosa in una dimensione irreale che attrae chiunque. Quando eravamo bambini a chi non sarebbe piaciuto avere un peluche gigante su cui arrampicarsi? Ci sono alcuni artisti che hanno realizzato sogni del genere: Claes Thure Oldenburg, Louise Bourgeois, Florentijn Hofman, Oliver Voss, Ron Mueck sono solo alcuni di questi nomi.

Florentijn Hofman è un artista olandese conosciuto per le sue installazioni urbane giocose, come la Rubber Duck (la papera di gomma gigante), che viaggiano in tutto il mondo in cerca di nuovi approdi. Nel 2014 la simpatica papera, trasposizione gigante del celebre gioco da vasca per bambini, è giunta a Norfolk (US) mentre un Pink Kitten (un micetto rosa) ha fatto la sua apparizione recentemente a Shanghai.

Claes Oldenburg è invece un acclamato scultore americano, la sua particolarità è quella di progettare istallazioni raffiguranti oggetti della quotidianità in versione gigantesca. Realizza enormi sculture in gesso dipinto raffiguranti gelati, hot-dog e quant'altro l'ipernutrita popolazione americana consumava negli anni sessanta. Sono suoi: il cucchiaino con ciliegina gigante (i diminutivi qui risultano un po’ ironici), il grande cono gelato spiaccicato sul tetto di un palazzo, l’enorme coltellino svizzero e moltissime altre opere. I suoi lavori si trovano un po’ dappertutto, ma principalmente nel continente americano: a Philadelphia ce ne sono addirittura quattro.

Louise Bourgeois è stata una scultrice e artista francese che si è dedicata in maniera approfondita ai temi come la sessualità, la famiglia e la solitudine, rappresentando immagini trasfigurate del membro maschile nelle sue installazioni e celebrando il concetto di maternità con enormi sculture filigrane a forma di ragno; si tratta di opere di carattere onirico spesso ripetute per essere poi installate in diverse città, dell'altezza di una decina di metri.

Oliver Voss è l'artista che ha progettato la realizzazione di una donna di balneazione nel pittoresco lago Alster, ad Amburgo, qualche anno fa. La gigantesca scultura suscitò non poche polemiche in quanto il sindaco della città aveva richiesto l'installazione di una sirena nel lago mentre La Bagnante di Voss, alta 4 metri e lunga 30 metri, non è una creatura antropomorfa, metà donna e metà pesce, non ha squame nè coda ma gambe umane.

Ron Mueck, ex modellista e burattinaio per la televisione e film per bambini come Labyrinth, dal 1996 è il più celebre fra gli artisti iperrealisti, autore di sculture incredibilmente enormi o minuscole che indagano la natura umana, di fronte alle quali è impossibile restare indifferenti. Per saperne di più su quest'artista clicca qui.