Se alzarvi la mattina per andare a scuola in autobus, in metropolitana o sotto pressione nell'auto dei propri genitori vi può sembrare un incubo, non riuscirete ad immaginare di cosa sono capaci alcuni bambini del mondo pur di raggiungere la propria classe. La sveglia presto la mattina, il cattivo odore nei mezzi pubblici, le corse per non arrivare in ritardo, vi sembreranno un'inezia a confronto delle avventure quotidiane che molti bambini nel mondo affrontano per arrivare a scuola. Stare stretti in treno o in bus sarebbe un privilegio per i trentacinque bambini che ogni mattina salgono su quell'unico vecchio carretto nella periferia di Nuova Delhi, in India, per andare a scuola attraverso strade non asfaltate e disconnesse.

Dopo aver visto le immagini che stiamo per presentarvi, andare a scuola a bordo di un comodo autobus pubblico o di un treno regionale, semmai riuscendo anche a trovare posto seduti, vi sembrerà un vero lusso a confronto dei pericolosi percorsi che molti bambini sono costretti a seguire prima di arrivare in classe. Sicuramente a prova di vertigine e di coraggio è la fune di ferro, arrugginito, utilizzata da alcune famiglie che vivono a 40 miglia a sud est di Bogotà, in Colombia, per andare a scuola: i cavi d'acciaio, che collegano un lato della valle all'altra sul fiume Rio Negro, sono il loro unico accesso al mondo esterno. In Indonesia gli studenti del villaggio di Lebak Regency devono aggrapparsi ad un ponte in parte crollato e pericolante per andare a scuola. Mentre in Cina, nella provincia di Sichuan, la scuola del villaggio di Gulu si trova su una montagna ed è la più remota del mondo, per raggiungerla si sale attraverso una strada stretta a picco su un canyon, seduti su un mulo. In Sri Lanka invece un gruppo di studentesse ogni mattina attraversa un ponte minuscolo, costituito da una trave di legno senza protezioni laterali, posto sulla sommità del forte Galle, di sotto solo il vuoto e il senso di vertigini. Ecco gli altri percorsi più pericolosi in giro per il mondo