Avete mai desiderato di far volare la vostra casa in città in un luogo più tranquillo, al mare o in campagna, con una vista
panoramica o immersi nella foresta? È quello che potrete fare con le case pieghevoli ideate dall'ingegnere russo Dahir Semyonov che ha progettato la prima casa robotica al mondo in grado di chiudersi in una scatola ed essere trasportata da un camion ovunque si voglia. La casa può essere dunque smontata e ricostruita in pochi minuti.

La casa pieghevole può essere ad uno o a due piani. Una volta piegata la struttura occupa lo spazio di un container da camion che può essere portata ovunque si desideri. In pochi minuti le fondazioni si staccano da terra, le pareti e le finestre salgono, mentre il tetto e i piani si piegano per compattarsi in posizione. Un video mostra come i gradini vengano tirati verso l'alto, la metà superiore si piega verso il basso a filo con la parte inferiore prima che i lati ruotino insieme per creare una lunga scatola. Il soffitto viene portato verso il basso e chiude tutti gli altri componenti in un unico blocco che può essere montato su un camion ed essere facilmente trasportato altrove.

La casa robotica non è economica: i prezzi oscillano dai 350.000 ai 450.000 a seconda del modello che si sceglie, a uno o due piani, dai 140 ai 250 metri quadrati. Le pareti in legno sono realizzate con uno spessore di 15 centimetri e rinforzate con piastre in acciaio che consentono un perfetto isolamento. L'edificio è dotato di un generatore diesel autonomo ed di allacci tradizionali all'energia elettrica, idraulica e all'acqua. In molti hanno espresso perplessità riguardo il progetto: come verranno sistemati i mobili durante il processo di piegamento? La trasformazione di cucina e bagno potrebbe danneggiare la casa? Dahir Semyonov  risponde sostenendo che ogni dettaglio è stato considerato con la massima attenzione Per l'ingegnere russo la sua casa su ruote è la soluzione alla crisi degli alloggi ed è possibile dotarla di tutti i comfort per sentirsi sempre a casa ovunque si vada.