In Italia più di una persona su due non dorme bene e nel mondo è il 40% della popolazione ad avere disturbi del sonno. I problemi aumentano con l'arrivo della primavera ed è per questo che la World Sleep Society, fondata dall'Associazione Mondiale di Medicina del Sonno, ha deciso di celebrare il World Sleep Day il 17 marzo, prima dell'equinozio di primavera. Eppure un terzo della nostra vita secondo la scienza si trascorre dormendo, è dunque fondamentale riuscire ad avere un riposo sereno. Robotic Somnox è il cuscino che respira e aiuta a combattere le notti insonni.

Robotic Somnox si rivolge a chi ha disturbi del sonno. Negli ultimi 50 anni le persone che soffrono di insonnia sono aumentate e dormiamo in media circa 2 ore in meno rispetto al passato. Il morbido cuscino robotico, presentato alla Dutch Design Week e sviluppato da un team di TU Delft, aiuta a indurre una lenta e regolare respirazione che accompagna verso un sonno sereno. Somnox si basa su una ricerca per la quale la respirazione controllata influenzerebbe l'amigdala nel cervello, che svolge un ruolo fondamentale per il benessere emotivo. Il cuscino è dotato di sensori che riescono a stabilire quando l'utente è sveglio o dorme grazie ad un algoritmo che interpreta i dati e cambia la respirazione del cuscino in risposta, stimolando la serena respirazione dell'utente.


Riuscire a dormire bene è fondamentale:
la mancanza di sonno comporta stanchezza, pessima concentrazione, deficit di memoria e disturbi dell'umore. Somnox impara a conoscere il vostro modo di respirare e cambia il suo ritmo in funzione dell'utente per rendere più sereno il vostro sonno. Il morbido cuscino robotico è anche fornito di altoparlanti Bluetooth in modo da poter ascoltare la vostra musica preferita o una storia prima di andare a dormire. Somnox emette non solo suoni ma anche luci e può essere programmato per riprodurre un effetto di luce crescente, come se simulasse l'alba, per garantire un sonno continuo e sereno tutta la notte fino al mattino.