Ora che il weekend è ormai vicino e il caldo afoso rende impossibile qualsiasi altra attività diurna che non sia da fare completamente immersi nell'acqua, la voglia di evasione e di vacanza è comprensibile. Così l'immagine di una spiaggia caraibica o di una piscina infinita in cui tuffarsi sembrano essere dei miraggi da raggiungere. E la tendenza oggi sembra proprio di creare luoghi di vacanza da sogno. Per molti resort, alberghi e strutture d'intrattenimento, non basta più avere semplicemente una bella spiaggia o un mare da togliere il fiato, un foro rettangolare di acqua nel terreno circondato da poche palme e sedie a sdraio. La vera calamita per gli ospiti è la piscina: "É come un'icona", dice la designer internazionale di spa Sylvia Sepielli che ha recentemente progettato la piscina del Pangkor Laut Resort in Malesia. "Molti degli ospiti non si preoccupano neppure di nuotare in piscina. In verità, essi sembrano preferire la calma che ricevono solo stando stesi vicino al bordo, fissando le palme, le ville su palafitte, e la vista del mare e la giungla tutta intorno. La piscina diventa un monolite, un luogo dove la gente si sente a proprio agio raccogliendosi attorno".

Le piscine sono sempre più spettacolari, e non solo per il loro aspetto incredibile, ma per lo spettacolare panorama che offrono, per come sono costruite o per il tipo di servizio che offrono. C'è chi per stupire ha costruito una piscina su un grattacielo a picco su Singapore come il Marina Bay Sands e chi invece ha preferito una piscina immersa nella giungla come i Giardini Pensili di Bali o chi ha realizzato una piscina con l'acqua di colore rosso come The Library a Koh Samui, in Thailandia, forse poco invitante ma molto spettacolare. Le strutture che vi mostreremo sono piscine da togliere il fiato