La versione del Toower Bridge di Londra nella città cinese di Suzhou ha quattro torri alte 40 metri, invece di due, e cinque corsie, ma per il resto utilizza molti elementi di design dell'originale britannico. Questa versione cinese del famoso monumento inglese si va ad aggiungere alla lista di edifici copia presenti in Cina dove si contano almeno dieci Case Bianche, quattro Archi di Trionfo, un paio di enormi sfingi e una Tour Eiffel. La copia del Tower Bridge di Suzhou ha riacceso la polemica contro la pratica in Cina di copiare luoghi di riferimento stranieri, anche se alcune notizie descrivono il ponte cinese come ancor più magnifico di quella originale.

Il ponte di Suzhou è la copia del Tower Bridge di Londra, anche se è molto più grande: ospita una strada a cinque corsie e sfoggia quattro torri invece di due. Il ponte ogni giorno viene affollati di persone che attraverso i vari percorsi pedonali e le piattaforme di osservazione che permettono una vista d'eccezione sulla città e sull'architettura del ponte. Di recente sta aumentando anche il numero di coppie che vengono a fotografarsi qui in occasioni importanti della propria vita per avere uno sfondo suggestivo. Li Yingwu, presidente dello studio di architettura di Pechino OAD, ha parlato di plagio e ha invitato gli architetti cinesi a riflettere sull'accaduto.

Photo credit should read STR / AFP / Getty Imagesin foto: Photo credit should read STR / AFP / Getty Images


Suzhou è stata definita la Venezia d'Oriente,
perché ha caratterizzata da oltre cinquanta ponti. Inoltre la città della Cina orientale è famosa per la forte rappresentanza di architettura tradizionale cinese, con case a corte bianca, antichi giardini e serpeggianti passerelle sopra stagni di fiori di loto. Alcune delle più belle architetture tradizionali della Cina si possono trovare in città. Ed è per questo che la costruzione della copia del Tower Bridge ha fatto discutere ancora di più. Suzhou si era a lungo come preservata dalla corsa verso la copia di modelli occidentali ma sembra che neppure la Venezia d'Oriente si sia sottratta al fascino dell'Occidente.

La costruzione del Tower Bridge di Suzhou ostacolerebbe la promozione della cultura cinese tradizionale, secondo Li Yingwu. Per molti funzionari cinesi il plagio è un modo invece per conferire modernità al paese. Certo il ponte di Suzhou ha fatto anche fiorire alcune attività commerciali come quelle legate ai matrimoni ma la copia del Tower Bridge resta solo uno dei 56 ponti copia a Suzhou: gli altri sono versioni cinesi del Sydney Harbour Bridge in Australia e del Ponte Alessandro III a Parigi.