Il Cubo di specchio, l'Ufo, la Cabina, la Libellula, il Nido d'Ape, il Cono blu e adesso anche la 7a Stanza. Nell'hotel di case sull'albero più incredibili ed originali al mondo si aggiunge una nuova struttura, la settima per la precisione, che come le altre è unica e dall'architettura spettacolare. Lo studio di architettura Snøhetta ha realizzato il progetto della nuova casa sull'albero per il Treehotel nel nord della Svezia, con rivestimenti in legno-carbonizzato e una rete sospesa per osservare l'aurora boreale. Il Treehotel è l'unico hotel al mondo con una collezione di suite di lusso, tutte contenute all'interno di eccezionali case sugli alberi, create da architetti svedesi.

La 7a Stanza è la più alta e la più grande delle case sugli alberi del Treehotel. Snøhetta ha progettato una suite per cinque persone, con due camere da letto, posta a dieci metri di altezza tra gli alti pini della foresta svedese. La salita verso la casa è di per sé già un'esperienza unica: "scale e pianerottoli portano i clienti più vicini alle nuvole". Un piccolo ascensore conduce invece i bagagli degli ospiti direttamente in casa. Una volta in cima si può godere di una vista mozzafiato delle grandi e lussureggianti cime degli alberi della Lapponia, del fiume Lule nonché ammirare l'incredibile spettacolo dell'Aurora boreale. Le ampie finestre panoramiche rivolte a nord consentono appunto di approfittare in modo unico dell'aurora; mentre i lucernari nelle camere da letto permettono agli ospiti di guardare le magnifiche luci del nord e il cielo stellato della Svezia. Il Treehotel è stato infatti istituito da Kent Lindvall e sua moglie Britta nel 2010 proprio per i turisti che visitano il circolo polare artico alla ricerca dell'aurora boreale.

La 7a Stanza di Snøhetta si basa sull'architettura tradizionale nordica a capanna. A vederla dall'esterno sembra una tipica casa sull'albero che si avvolge intorno al tronco di un pino. Ma la 7a Stanza del Treehotel ha la base della struttura coperta da un grande foglio di alluminio stampato con un'immagine in bianco e nero di alberi, contribuendo a camuffare la casa all'interno della foresta. Gli architetti descrivono questo particolare come la sesta facciata della cabina. Mentre l'esterno si presenta realizzato in legno scuro, carbonizzato, l'interno della cabina è caratterizzato da pareti multistrato di betulla e pavimenti in legno di frassino, molto chiaro e completato da mobili nella stessa tonalità che crea un forte contrasto interno ed esterno. Il costo per una notte è di 1500 franchi svedesi.

La 7a Stanza misura 100 metri quadrati e offre spazio sufficiente per cinque persone. Comprende due camere da letto, salotto, bagno e un terrazzo. Al centro della casa è stato infatti inserito un vuoto, riempito da una rete, che permette agli ospiti di dormire all'aperto. Il livello più spettacolare della casa è proprio il terrazzo, che consiste in una rete. Un pino naturale cresce attraverso la rete che consente di salire fuori e sedersi tra i suoi rami sparsi, in totale sicurezza. Qui i confini tra interno ed esterno si confondono.

Il progetto del 7 ° camera mira a portare le persone e la natura più vicini, estendendo spazi sociali della cabina verso l'esterno e mischiando ulteriormente la distinzione tra interno ed esterno.
Una finestra dal pavimento al soffitto esposto a nord vi dà la migliore possibilità di vedere l'aurora boreale in una giornata limpida, dando a questo spazio sociale il nome di Salone della Luce del Nord salone Luce.
L'estensione dello spazio sociale del salone, la rete, diventa una grande opportunità per venire ancora più in contatto con la natura. Per i più coraggiosi, un sacco a pelo è tutto ciò che serve per godersi la notte sotto il cielo stellato.

Snøhetta