in foto: The Iceberg. Photo © Mikkel gelo

Aarhus è la seconda città più grande della Danimarca, cresciuta nel tempo grazie al commercio e alle industrie. Oggi, il suo porto commerciale, in gran parte abbandonato, vive una seconda possibilità di sviluppo grazie ad un progetto di realizzazione di un quartiere, The Iceberg, ideato da JDS / Julien De Smedt Architects, studio danese, insieme alla società di ricerca olandese CEBRA e all'architetto francese Louis Paillard. Il nuovo progetto tende a sviluppare il porto in modo socialmente sostenibile, rinnovando il suo vecchio ruolo centrale e vitale all'interno della città, attraverso un quartiere che sarà costituito da una moltitudine di attività culturali e sociali, una generosa quantità di posti di lavoro, e, naturalmente, una matrice altamente mista e diversificata di tipologie abitative.

The Iceberg. Photo © Mikkel geloin foto: The Iceberg. Photo © Mikkel gelo

L'ispirazione per The Iceberg ha tratto origine principalmente dalla straordinaria posizione del sito, nella parte più esterna del porto, proprio sul lungomare di Aarhus. Il quartiere è strutturato con quattro ali a forma di L, in cui gli spazi aperti collegano la strada direttamente all'acqua. Al fine di ottenere condizioni di luce ottimali e viste mozzafiato sulla baia per tutti gli appartamenti, i volumi edilizi sono tagliati da linee frastagliate. I tetti salgono e scendono in picchi e valli, che creano scorci visivi per tutti i singoli volumi. Come un iceberg galleggiante che rifrange costantemente lo sguardo, così, anche i residenti dell'ala posteriore possono godere della vista verso l'orizzonte.

The Iceberg. Photo © Mikkel geloin foto: The Iceberg. Photo © Mikkel gelo

Le forme diverse e spettacolari che derivano da questo semplice algoritmo permettono di montare una vasta gamma di tipi di abitazione all'interno del complesso, da case di città su due livelli e piccoli appartamenti con prezzi accessibili ad attici esclusivi sulle vette dell'iceberg, per un totale di 200 abitazioni. La varietà di residenze con diversi balconi, forme e orientamenti, nonché la combinazione di appartamenti occupati da proprietari e locatori, mirano a creare ambienti urbani socialmente diversi che formano una comunità locale vivace: il complesso edilizio diventa un quartiere invece di una mera serie di blocchi residenziali. La città e il porto si incontrano in un linguaggio comune.

The Iceberg. Photo © Mikkel geloin foto: The Iceberg. Photo © Mikkel gelo
The Iceberg–Planin foto: The Iceberg–Plan
The Iceberg–Sectionin foto: The Iceberg–Section