Anche se il 2017 è appena iniziato, la società d'ingegneria Arconic ci fa fare un passo in avanti di quasi 45 anni con il nuovo grattacielo dei record: supera i 4 chilometri altezza ed è realizzato con materiali auto-pulenti garantendo una funzione mangia-smog che promette di pulire i cieli delle nostre città. Il grattacielo fa parte di un più ampio piano di sviluppo innovativo per città del futuro conosciuto come "The Jetsons", in omaggio al cartone animato del 1962 proiettato questa volta però nel 2062. I materiali e le tecnologie usati sono già esistenti sul mercato di oggi ma insieme possono realizzare un importante passo verso un futuro migliore.

Il grattacielo di Arconic svetterà nei cieli. I tecnici hanno lavorato a fianco delle menti di Arconic per immaginare le tecnologie che saranno più utili tra decenni. Il nuovo edificio sarà realizzato con EcoClean, uno speciale rivestimento che aiuta le superfici ad auto-pulirsi e a purificare l'aria circostante. Il brevetto di tale materiale è stato rilasciato la prima volta nel 2011 e offre una serie di vantaggi rispetto alle vetrate tradizionali: è esteticamente migliore, consente una minore manutenzione e fornisce anche un vantaggio per l'ambiente circostante riducendo il contenuto di inquinanti nel cielo. EcoClean è un tipo di materiale che funziona con l'aiuto della luce e dell'acqua, che si mescolano con le sostanze chimiche del rivestimento per la produzione di atomi noti come radicali liberi. Questi radicali liberi attirano le sostanze inquinanti dell'aria e le espellono, insieme a polvere e sporcizia, quasi come si trattasse di pelle morta. Lo scopo del protetto è quello di ottenere grattacieli più puliti circondati da aria più pulita.

In futuro non si dovrà più scegliere tra finestre e balconi: l'edificio di The Jetsons utilizza un design chiamato Bloomframe che consiste in una finestra motorizzata che si trasforma in un balcone completamente in vetro in meno di un minuto. Questa tecnologia già esiste e consente di avere grattacieli vetrati ma flessibili, dando a tutti la possibilità di ampliare verso l'esterno il proprio spazio interno. Intanto l'Arconic continua a lavorare su nuove soluzioni strutturali che saranno realizzate con la stampa 3D e che permetteranno di resistere ad agenti atmosferici e calamità in maniera ottimale. Il futuro è davvero vicino.

Vota l'articolo:
4.22 su 5.00 basato su 49 voti.
Aggiungi un commento!